Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 lug 2022

Noi, beffati dal teleriscaldamento: Iva fino al 22%

Segnalazioni da Figino alla Comasina: "La riduzione decisa dal Governo solo per gas e corrente". Consiglieri e comitati chiedono interventi

17 lug 2022
marianna vazzana
Cronaca
Un addetto all'impianto di teleriscaldamento
Un addetto all'impianto di teleriscaldamento
Un addetto all'impianto di teleriscaldamento
Un addetto all'impianto di teleriscaldamento

Milano - "Prima della crisi energetica, le bollette erano ancora accettabili. Ma adesso il rincaro è troppo". Lo segnalano residenti e amministratori di condomini che si trovano in bolletta aliquote del 10% o addirittura del 22% per la “gestione calore“. Tradotto: per il teleriscaldamento, che a Milano serve oltre 120mila famiglie. "Il paradosso è che noi, che utilizziamo un sistema energetico tra i meno inquinanti, siamo tagliati fuori dalle misure straordinarie adottate dal Governo, cioè la riduzione dell’Iva dal 20 al 5% per attenuare i rincari per gli utenti finali dei prezzi di gas ed energia elettrica". Per il teleriscaldamento, l’Iva è rimasta fissa al 10%. O più: i più penalizzati sono i residenti del quartiere Comasina serviti dalla centrale termica di via Salemi: 2.644 famiglie di condomini su cui gravano aliquote del 22%. Nessuno “sconto“ da via Teano a via Spadini, da piazza Gasparri a via Val di Bondo a via Val Sabbia; da via Santuario del Sacro cuore alle vie Esculapio e Comasina. Per quale motivo? "Noi non abbiamo neanche mai avuto l’Iva agevolata al 10%; ed era così anche prima che il Governo adottasse la misura straordinaria. Abbiamo domandato il perché già 7 anni fa, a chi di competenza, tramite gli amministratori di condominio", evidenziano i residenti in prima linea per l’abbattimento dei costi. E la risposta nero su bianco, ricevuta dai tecnici, era stata questa: "Per poter applicare l’Iva agevolata al 10%, una delle condizioni è che l’energia termica fornita sia prodotta da un impianto di cogenerazione ad alta efficienza o da fonti rinnovabili. Trattandosi di un impianto a produzione semplice (caldaie a metano), l’energia prodotta dalla centrale del quartiere Comasina non è soggetta all’iva agevolata". Augusto Fancello, segretario del Comitato di quartiere Comasina, sottolinea che "la bolletta del riscaldamento è già passata da 112 euro ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?