Milano, la talpa Stefania che ha scavato la M4 esposta alla Triennale

Metro 4, prestata da Webuild per la mostra 'Costruire il Futuro' che sarà inaugurata il prossimo 2 marzo

L'arrivo della testa della talpa Stefania alla Triennale

L'arrivo della testa della talpa Stefania alla Triennale

Milano - È arrivata in Triennale la testa della Tbm Stefania, una delle sei talpe che hanno scavato la Metro 4 di Milano, per la mostra 'Costruire il Futuro' promossa da Webuild con la Triennale, che sarà inaugurata il prossimo 2 marzo.

La testa della Tbm, che pesa 58 tonnellate e a una velocità media di 18,5 metri/giorno, ha scavato le gallerie della nuova Metro 4 che nei prossimi mesi arriverà fino a San Babila, collegando il centro con l'aeroporto di Linate in 12 minuti.

Il 26 novembre scorso ha aperto la prima tratta dallo scalo alla fermata Dateo. Le stazioni attive sono cinque: Linate, Forlanini quartiere, Forlanini Fs, Argonne, Susa e Dateo, appunto. Quotidianamente sono circa 6mila i passeggeri che utilizzano questa tratta della M4. “I dati di utilizzo sono molto buoni, meglio del previsto”, ha detto di recente, durante un sopralluogo, il sindaco Beppe Sala. 

Secondo il cronoprogramma il prolungamento fino a San Babila, per l'interconnessione con la linea M1 rossa, dovrebbe essere inaugurato il prossimo 30 giugno

La linea blu Metro 4 sarà pienamente operativa nel 2024, quando la flotta salirà a 47 treni (oggi ci sono cinque mezzi sui binari) e le fermate saranno 21 tra i capolinea di Linate e San Cristoforo. In totale, 15 chilometri di metropolitana in galleria.