Sportello Salute contro le liste d’attesa infinite

A Cernusco sul Naviglio apre lo Sportello Salute per garantire cure rapide e contrastare i lunghi tempi d'attesa denunciati dai cittadini. Iniziativa del Comitato salute Martesana per risolvere il problema delle carenze nel sistema sanitario locale.

Apre a Cernusco lo Sportello Salute "per assicurare a tutti l’accesso alle cure in tempi rapidi". Nuova iniziativa in città del Comitato salute Martesana "contro i tempi d’attesa inaccettabili con i quali sempre più pazienti sono costretti a fare i conti", spiegano gli attivisti. Così si è fatta strada l’idea "di creare uno spazio per risolvere il problema"; un’azione dal basso come le proteste contro le carenze di medici di famiglia nate a Bussero che ogni settimana danno appuntamento a cittadini e e gruppi della zona davanti alla Casa di comunità di Gorgonzola per manifestare contro la penuria di camici. Qui, in cima alla lista delle cose che non vanno "c’è il mancato rispetto dell’urgenza indicata dal dottore sulla ricetta – sottolineano sul Naviglio –. Spesso gli appuntamenti vengono fissati dopo settimane, o addirittura mesi e capita anche che ci si senta dire, violando la legge, che l’agenda è chiusa".

Così per far rispettare i diritti dei cittadini "abbiamo deciso di aprire lo sportello, che sarà a disposizione ogni martedì dalle 10 alle 12 in via Fatebenefratelli 9". Un volantinaggio al mercato nei giorni scorsi ne ha annunciato l’avvio, ma il primo appuntamento con i volontari in realtà sarà in piazza della Repubblica martedì prossimo dalle 10 alla 12. "Vogliamo dare la massima visibilità allo spazio", l’obiettivo "è aiutare chi non sa più come fare per sottoporsi a una visita o a un esame". Tema caldissimo, sul quale l’Asst ha risposto al Comitato promettendo "il massimo dialogo sui problemi". Ma le parole non bastano, vale anche per le manifestazioni gorgonzolesi dove i pazienti chiedono sempre e solo "cosa si intende fare per rimediare alla mancanza di medici". Con le liste d’attesa è lo stesso. "Non è nostro compito organizzare le prestazioni – chiosa il Comitato – noi dobbiamo solo poterne usufruire". Bar.Cal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro