Sostanza urticante nell'aria a Milano: uffici evacuati per ipotesi spray spruzzato "per scherzo"

37 dipendenti Yoox a Milano hanno riportato bruciore agli occhi e fastidio alla gola a causa di una sostanza dispersa nell'aria. Nucleo Nbcr dei Vigili del Fuoco, Carabinieri e operatori medico-sanitari sono intervenuti per indagare sulla causa. Procura di Milano potrebbe aprire un fascicolo d'inchiesta.



Sostanza urticante nell'aria a Milano: uffici evacuati per ipotesi spray spruzzato "per scherzo"

Sostanza urticante nell'aria a Milano: uffici evacuati per ipotesi spray spruzzato "per scherzo"

La sostanza potrebbe essere stata spruzzata da qualcuno per uno scherzo di cattivo gusto diretto ai colleghi. Oppure potrebbe essere fuoriuscita inavvertitamente da una bomboletta di spray al peperoncino, senza la volontà di provocare danni. Il risultato è l’allarme scattato negli uffici milanesi della società di e-commerce Yoox, dove ieri mattina una cinquantina di dipendenti sono stati evacuati. In 37 hanno riportato bruciore agli occhi e fastidio alla gola, senza la necessità di un ricovero in ospedale, a causa della sostanza che in pochi istanti si è dispersa nell’aria. Dai rilievi del Nucleo Nbcr dei Vigili del fuoco (sul posto anche i carabinieri e gli operatori medico-sanitari) non sono emerse anomalie negli impianti di condizionamento, nelle condotte e nelle grate nell’edificio in via Morimondo 17, zona Navigli. Da qui l’ipotesi di una sostanza urticante spruzzata da qualcuno volontariamente in un’ala degli uffici, oppure di un incidente con una bomboletta spray al peperoncino, forse tenuta in borsa da una delle impiegate per autodifesa. La Procura di Milano potrebbe aprire un fascicolo d’inchiesta per l’ipotesi di reato di procurato allarme. Dopo il primo intervento, gli uffici sono tornati agibili. "Stiamo tutti bene", ha spiegato una dipendente.

Andrea Gianni