Quotidiano Nazionale logo
31 mar 2022

"Si può fare la psicologa anche via computer"

"La sospensione del professionista dall’esercizio di tutte le prestazioni riconducibili all’esercizio dell’attività professionale ha determinato, a parere del Collegio, un ingiustificato peggioramento della condizione lavorativa, a fronte del quale non si registrano evidenze di maggiori garanzie di tutela della salute collettiva, e un sacrificio irragionevole e sproporzionato dello svolgimento della professione da parte dei lavoratori autonomi rispetto agli obiettivi che la norma intende realizzare". È la motivazione principale che ha spinto il Tar della Lombardia a portare all’attenzione della Corte Costituzionale il decreto legge del 26 novembre 2021, che ha escluso gli operatori sanitari No vax da qualsiasi tipo di attività, comprese quelle che non avvengono in presenza.

Una decisione già emersa un mese fa, quando i giudici avevano parzialmente accolto il ricorso di una psicologa non vaccinata, sospesa dall’Albo a fine 2021. Ora una nuova ordinanza spiega il perché della scelta. In particolare, si legge nel provvedimento, "il Collegio dubita della compatibilità" dell’articolo 4 comma 4 della norma "con il principio di ragionevolezza, corollario del principio di eguaglianza sostanziale di cui all’articolo 3 comma 2 della Costituzione, e dunque della razionalità dell’estensione del divieto di svolgere l’attività professionale a tutte le attività che richiedono la previa iscrizione nell’albo professionale, incluse quelle che non comportano alcun rischio di diffusione del contagio da Sars-Cov-2". Ciò "è tanto più evidente nello specifico ambito psicologico, nel quale molte attività si prestano a essere svolte senza contatto fisico con il paziente e con modalità a distanza mediante l’utilizzo dei comuni strumenti telematici e telefonici". Del resto, la conclusione, "la modalità di contatto a distanza non solo è praticabile con successo per le attività di ricerca e di didattica, ma rappresenta un metodo relazionale economico, sostenibile, semplice, sicuro ed efficace anche per lo svolgimento delle attività di prevenzione, diagnosi, abilitazione, riabilitazione e sostegno in ambito psicologico".N.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?