Show di tre ore sulla salute con il professor Garattini e i ragazzi di Afol

PIEVE EMANUELE Uno show di tre ore, applausi e selfie finale. Il parterre composto dai giovanissimi allievi della scuola per cuochi...

Show di tre ore sulla salute con il professor Garattini e i ragazzi di Afol
Show di tre ore sulla salute con il professor Garattini e i ragazzi di Afol

Uno show di tre ore, applausi e selfie finale. Il parterre composto dai giovanissimi allievi della scuola per cuochi e pasticceri di Afol. Il protagonista non era un influencer o un trapper, ma il professor Silvio Garattini (medico e farmacologo, fondatore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e cittadino onorario di Pieve Emanuele. Garattini, 95 anni di sapienza, ha tenuto una lectio magistralis di quasi tre ore sul tema “La salute spiegata ai ragazzi”. Sempre in piedi, attirando l’attenzione dei circa duecento studenti che hanno gremito la sala teatro dell’aula consiliare di via Viquarterio. "Ho vissuto la guerra e avevamo 100 grammi di pane al giorno e 100 grammi di carne la settimana. Una alimentazione sana, senza eccessi e sei chilometri al giorno a piedi sono una delle ricette per vivere bene a 95 anni". Questa la risposta di Garattini alla domanda di uno studente. Garattini ha anche sconsigliato il fumo, i cannabinoidi e la dieta vegana.

Quello di ieri è stato un approccio innovativo ai temi della salute e del benessere, con l’intento di prevenire patologie attraverso la conoscenza e la cultura dello star bene: così ieri ha preso il via il percorso di educazione alla salute promosso dal comune di Pieve Emanuele dedicato agli allievi del Cfp di Pieve. "Con questa iniziativa il Centro di cultura sociosanitaria esce dai suoi ambulatori con un progetto proprio e incontra i cittadini per spiegare loro come mettere le basi per vivere in salute - spiega il sindaco Pierluigi Costanzo -. Il Centro Taddei era stato pensato con questa mission sin da principio. Sono contento di due aspetti: da un lato che iniziamo parlando ai ragazzi, che alla loro età sono permeabili al cambiamento e dall’altro che questo primo incontro sia tenuto da un luminare come Silvio Garattini, la cui presenza e approvazione verso i nostri progetti ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta".

Massimiliano Saggese

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro