ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Sedicenne aggredita per strada. Rintracciato e arrestato il colpevole

L’adolescente stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa con le amiche nel centro di Milano. Scesa alla fermata di Sesto Rondò e assalita dal 21enne. È riuscita a sfuggirgli rifugiandosi nell’androne.

Sedicenne aggredita per strada. Rintracciato e arrestato il colpevole

Sedicenne aggredita per strada. Rintracciato e arrestato il colpevole

Aveva trascorso il pomeriggio e la serata a Milano, in compagnia delle amiche. Era appena scesa alla fermata della metropolitana di Sesto Rondò quando è stata avvicinata da un nordafricano con una scusa banale. Lei ha intuito subito le cattive intenzioni dell’uomo e ha affrettato il passo, ma è stato inutile. Le avance del giovane sono diventate sempre più insistenti, infine l’ha aggredita palpeggiandola nelle parti intime. La ragazza, una sedicenne di origini egiziane, spaventata, è riuscita a raggiungere e a rifugiarsi nell’androne del palazzo in cui vive e a dare l’allarme. Sul posto è arrivata una pattuglia della polizia di Stato di Sesto San Giovanni e una di Cinisello Balsamo, gli agenti hanno rintracciato il marocchino di 21 anni e lo hanno arrestato con l’accusa di violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale.

L’aggressore, con precedenti penali, dopo gli accertamenti al comando di polizia è stato trasferito nel carcere di Monza in attesa della convalida dell’arresto. L’aggressione è avvenuta sabato sera intorno alle ventitré. La sedicenne ha raccontato agli agenti di aver preso la metropolitana in corso Buenos Aires per rientrare a casa, a Sesto San Giovanni. Ma all’uscita del metrò è stata raggiunta dal marocchino che prima le ha chiesto un accendino e poi le ha detto che voleva conoscerla. L’ha seguita per qualche centinaio di metri, l’ha molestata sessualmente una prima volta e alla reazione della ragazza si allontanato. Intimorita e incredula, la 16enne ha allungato il passo guardandosi sempre intorno. L’uomo è tornato all’attacco poco dopo in via Risorgimento, l’ha bloccata e palpeggiata. La ragazzina è riuscita a raggiungere il palazzo in cui vive, la porta dell’androne era fortunatamente aperta, è entrata di corsa e ha chiuso il portone in faccia al suo aggressore. Da qui ha chiamato il 112 raccontando quello che stava succedendo. L’operatore l’ha tenuta in linea chiedendo di descrivere l’uomo e intanto ha avvisato la polizia di Sesto San Giovanni. Gli agenti sono giunti sul posto hanno subito soccorso la ragazzina e grazie all’identikit fornito hanno individuato subito il molestatore.

Il 21enne alla vista delle pattuglie ha tentato di scappare a piedi, ma non ha fatto molta strada. È stato bloccato dopo un centinaio di metri. Ha opposto resistenza, c’è stata una colluttazione con i poliziotti che sono riusciti comunque a placcarlo e arrestarlo. La ragazzina dopo essere stata ascoltata è stata affidata alla famiglia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro