Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

"Scusate il disagio, ma ci state sfruttando"

Blitz dei collettivi in piazza Missori con una putrella di polistirolo per Assolombarda: "Lorenzo era uno di noi". Tafferugli con la Polizia

simona ballatore
Cronaca

di Simona Ballatore "Scusate il disagio, ma ci state sfruttando". I collettivi degli studenti si sono presentati così - con gli striscioni al seguito e senza preavvisare la Questura - in piazza Missori. Tra le mani anche una “putrella“ di polistirolo - "l’arma del delitto" - che volevano far recapitare nella sede di Assolombarda di via Pantano per ricordare Lorenzo Parelli, il diciottenne di Udine, iscritto in un Cfp - centro di formazione professionale - morto l’ultimo giorno del suo stage. Non sono riusciti ad arrivare a destinazione, forzando il posto di blocco: a fermarli - con una carica di alleggerimento - è stata la Polizia. E non sono mancati momenti di tensione, alcuni ragazzi sono rimasti feriti, in maniera lieve. "Ancora una volta si è vista la risposta dello Stato – commenta Giorgio, del coordinamento dei collettivi –. Ma torneremo a parlare di Lorenzo, ci organizzeremo finché non aboliranno definitivamente anche l’alternanza scuola-lavoro". A scendere in piazza pure l’Unione degli Studenti: "Siamo indignati per quello che è successo a un ragazzo di 18 anni, come noi, vittima di un modello di scuola che ci educa a lavoro precario e senza diritti – tuona Simone Botti, coordinatore Uds Milano –. Da troppo tempo vediamo portare avanti sulla nostra pelle politiche che favoriscono i privati e le aziende, che guadagnano ormai sullo sfruttamento non solo dei lavoratori, ma anche degli studenti". "Questo rapporto tra scuola e lavoro che replica nella didattica le ingiustizie presenti nei modelli di lavoro attuali, abituandoci a una società ingiusta, deve essere cambiato – aggiunge Loris Scivoletto, rappresentante d’istituto del liceo Bottoni –: vogliamo che la scuola sia luogo in cui si ripensa la società e in cui si possa lavorare per cambiarla. Vogliamo educarci ad un approccio critico, che tuteli i nostri diritti e la nostra dignità". ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?