Mezzo Atm fuori servizio in un'immagine di repertorio (La Presse)
Mezzo Atm fuori servizio in un'immagine di repertorio (La Presse)

Milano, 17 settembre 2021 - Si annuncia un giornata "nera" - del resto è venerdì 17 - per il trasporto pubblico. Alle 8.45 prende il via a Milano lo sciopero nazionale proclamato dal sindacato Usb che potrebbe interessare tutti i mezzi Atm, metropolitana e superficie. Per i pendolari si prospetta dunque il rischio di seri disagi, qualora le percentuali di adesioni del personale siano alte. 

Aggiornamenti: 

Ore 9: a Milano il servizio sta proseguendo su tutte le linee metropolitane. Il traffico potrebbe rallentare la circolazione delle linee di superficie. Prossimo aggiornamento sullo sciopero nazionale: ore 18. Lo scrive Atm su Twitter.

Le fasce orarie

Come anticipato, lo prima fase dello sciopero inizia alle 8.45 e termina alle 15. Salvaguardata, dunque, la fascia di garanzia dalle 5.30 alle 8,.29 e dalle 15 alle 17.59. Dalle 8 fino a fine servizio riparte l'agitazione. 

Mezzi e linee

Lo sciopero interesserà le linee Atm: metropolitana, bus e tram.  Possibili disagi anche sulle corse delle linee Agi (201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433) e Smart Bus in partenza tra le 8.30 e le 14.59 e dopo le 18. Saranno garantite invece le corse in partenza dai capolinea dalle 5.30 alle 8.29 e dalle 15 alle 17.59.

Motivazioni

"Nazionalizzazione dei settori e aziende strategici, della riduzione dell’orario di lavoro per contrastare gli effetti negativi della rivoluzione tecnologica e del superamento dei penalizzanti salari d’ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neo assunti", queste le ragioni dello sciopero indicate da Usb. I sindacati di Atm parlando anche di "sicurezza dei lavoratori del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro, salario minimo per legge contro la pratica dei contratti atipici e lotta al precariato e a qualunque forma di discriminazione di genere, al razzismo e al sessismo"