San Siro, blitz a colpi di spranga. Diciottenne finisce in manette

MILANO Sono stati sorpresi in via Achille, nei pressi dello stadio di San Siro, aggrediti a colpi di spranga e rapinati....

San Siro, blitz a colpi di spranga. Diciottenne finisce in manette

San Siro, blitz a colpi di spranga. Diciottenne finisce in manette

Sono stati sorpresi in via Achille, nei pressi dello stadio di San Siro, aggrediti a colpi di spranga e rapinati. Le vittime sono due filippini di 21 e 24 anni: uno è stato anche colpito alla testa con l’oggetto contundente. Uno degli aggressori, un diciottenne italiano, è stato arrestato dai carabinieri del Radiomobile. L’altro, invece, è ancora in fuga. L’episodio è avvenuto la notte fra giovedì e venerdì, attorno alle 2.30, mentre i due giovani camminavano verso casa. Sono stati aggrediti da altri due ragazzi che, secondo il loro racconto, li hanno colpiti con violenza alla testa e al volto e poi sono fuggiti con una carta di credito, uno smartphone e anche una vidoecamera.

Sono state le stesse vittime, con i volti insanguinati, a fermare un’auto dei carabinieri di passaggio nella zona, chiedendo aiuto. Hanno raccontato quello che era appena successo, fornendo una descrizione degli aggressori con particolari che hanno permesso ai militari del Nucleo radiomobile di identificare subito uno dei due, che si trovava ancora nelle vicinanze. Il diciottenne è stato quindi arrestato per rapina aggravata e lesioni. Il complice, descritto come un giovane all’apparenza straniero e con vistosi tatuaggi sulle mani, è riuscito invece a fuggire. I due feriti sono stati portati in ospedale, dove sono stati medicati. Le ferite più gravi per il ragazzo colpito con la spranga alla testa, al termine di una serata che è terminata con una scena da incubo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro