ALESSANDRA ZANARDI
Cronaca

San Giuliano City-Sant’Angelo. Il prefetto: partita a porte chiuse

L’incontro oggi al campo sportivo Riozzo, niente spettatori "per ragioni di tutela di ordine e sicurezza". La decisione dopo i gravi episodi di violenza tra i tifosi della squadra padrone di casa e gli ospiti del Fanfulla.

San Giuliano City-Sant’Angelo. Il prefetto: partita a porte chiuse

San Giuliano City-Sant’Angelo. Il prefetto: partita a porte chiuse

La partita di calcio di serie D San Giuliano City-Sant’Angelo Lodigiano, in programma oggi alle 15 al campo sportivo Ugo Guazzelli di Riozzo, a Cerro al Lambro, verrà disputata a porte chiuse. Lo ha deciso il prefetto di Milano Claudio Sgaraglia dopo aver sentito il questore di Milano e in linea con le disposizioni del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive. Non ci saranno spettatori, dunque, ad assistere a quello che è considerato il derby del Sud Milano. La decisione di vietare l’accesso allo stadio è stata presa "per ragioni di tutela dell’ordine, della sicurezza e dell’incolumità pubblica" in seguito ai fatti di domenica 21 aprile, "in ragione dei gravi episodi di violenza posti in essere dai tifosi del San Giuliano City in occasione della gara San Giuliano City-Fanfulla". Domenica scorsa, infatti, si sono consumati dei disordini a margine del match tra i padroni di casa di Riozzo e gli ospiti del Fanfulla di Lodi. Se già durante la partita il clima si è surriscaldato sull’onda di sfottò ed insulti, dopo la fine dell’incontro un gruppo di ultras del Sangiuliano ha raggiunto alcuni tifosi del Fanfulla, che nel frattempo avevano fatto ritorno a Lodi, aggredendoli in una spedizione punitiva apparentemente senza motivo, visto che è stata proprio la squadra ospitante ad aggiudicarsi l’incontro 3-0. La rissa a suon di calci e spranghe si è conclusa con un ferito, tra i lodigiani, e due arresti, a carico di altrettanti supporters del Sangiuliano. Altre quattro persone sono state denunciate.

"Considerato che l’incontro del 28 aprile potrebbe costituire, per i tifosi delle squadre, occasione per mettere in atto nuovi scontri, o atti improntati all’illegalità - si legge nel dispositivo del prefetto -, si stabilisce la disputa della gara in assenza di spettatori". Disordini si erano registrati già lo scorso febbraio, in occasione della partita San Giuliano City-Ravenna: un autobus della tifoseria ospite era stato preso a sassate poco prima del calcio d’inizio; gli stessi abitanti di Riozzo avevano segnalato episodi di disturbo alla quiete pubblica.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro