I rilievi nell'abitazione dell'aggressore
I rilievi nell'abitazione dell'aggressore

 

San Giuliano Milanese - Un 41enne di Milano è stato fermato per tentato omicidio dai carabinieri della Compagnia di San Donato. Sarebbe colpevole di aver ferito gravemente un 33enne di San Giuliano, colpito con un coltello al culmine di una lite. La lama ha raggiunto il ventricolo destro della vittima, che ora è in pericolo di vita e si trova in terapia intensiva a Niguarda, dopo essere stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti i due, entrambi italiani e con alcuni precedenti, avrebbero litigato per motivi sentimentali nel pomeriggio di ieri, mentre la vittima si trovava a casa dell'aggressore. Al culmine della discussione, il 41enne avrebbe impugnato un coltello e colpito l'ospite. Il 33enne è tornato a casa, a San Giuliano, dove si è messo a letto: è stato il padre ad accorgersi che il figlio aveva una ferita al torace e a far scattare i soccorsi. Durante il sopralluogo nell'appartamento dell'aggressore, il personale della sezione “rilievi” del Comando Provinciale di Milano ha messo sotto sequestro un piumone, alcuni asciugamani intrisi di sangue e un coltello da cucina di grosse dimensioni trovato all'interno della lavastoviglie e verosimilmente usato come arma del delitto. Il presunto colpevole è stato portato al San Vittore.