RUBEN
Cronaca

Salute mentale: i doveri della politica

Ruben

Razzante*

Dopo che la Regione Lombardia ha fermato il progetto di legge che istituiva lo psicologo di base, è fondamentale che in campagna elettorale il tema della tutela della salute mentale dei cittadini lombardi non rimanga nell’ombra. L’Ordine degli psicologi della Lombardia (Opl) chiede che le forze politiche assumano impegni precisi affinché, subito dopo il voto del 12 e 13 febbraio, si possa ripartire con slancio nella definizione e attuazione di politiche incisive su questo fronte. Il Covid e i lockdown hanno inciso negativamente sul benessere psicologico della popolazione, come documentano tanti studi, soprattutto quelli riferiti alle nuove generazioni. Di qui la necessità che i candidati alla presidenza della Regione dicano fin da ora come intendono procedere, in caso di successo nelle urne, per affrontare l’emergenza psicologica. L’Ordine ha promosso tre incontri con i tre principali competitors per ascoltare i loro punti di vista. I tre incontri si svolgeranno nella Casa della Psicologia, in piazza Castello, a Milano: il 18 gennaio con Letizia Moratti, il 24 gennaio con Pierfrancesco Majorino e il primo febbraio con Attilio Fontana. Inizio alle 21, con possibilità di partecipare in presenza o da remoto, iscrivendosi via mail attraverso la segreteria dell’Ordine. "I tre incontri - dichiara Laura Parolin, presidente Opl - rappresentano un’occasione imperdibile per discutere dell’importanza cruciale della figura professionale dello psicologo dentro e fuori il Sistema Socio Sanitario Regionale. La salute psicologica non ha e non deve avere una bandiera politica, ma è un bene che ci riguarda tutte e tutti e una responsabilità che le istituzioni devono cominciare ad assumersi. Per questo è importante ospitare in Casa della Psicologia dei momenti specifici dedicati alla comunità degli psicologi lombardi ed aprire un dibattito politico serio e costruttivo con i diretti protagonisti".

* Docente di Diritto dell’informazione

all’Università Cattolica

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro