Sala Argentia, si riparte da “Cinema d’estate”, con le prime date degli spettacoli teatrali saltati durante l’emergenza. "Il momento è molto difficile - scrive la direzione agli abbonati - restateci vicini". Prime visioni e storiche rassegne di cinema d’essai, spettacoli teatrali di prim’ordine: da anni Sala...

Sala Argentia, si riparte da “Cinema d’estate”, con le prime date degli spettacoli teatrali saltati durante l’emergenza. "Il momento è molto difficile - scrive la direzione agli abbonati - restateci vicini". Prime visioni e storiche rassegne di cinema d’essai, spettacoli teatrali di prim’ordine: da anni Sala Argentia mantiene le posizioni in un contesto fagocitato da multisala e palchi milanesi. Il Covid ha congelato stagioni e abbonamenti. Nei giorni scorsi, l’ufficializzazione della riapertura. "Grazie alla disponibilità dei volontari, al sostegno del Comune e a seguito del miglioramento della situazione sanitaria, Sala Argentia è felice di proporre la rassegna cinematografica “Ripartiamo da qui – Cinema d’estate”. Otto appuntamenti infrasettimanali a partire da martedì prossimo.

"L’ambiente è stato sanificato e verrà igienizzato dopo ogni proiezione". L’uso di Sala Argentia per la celebrazione delle Messe in giugno ha inoltre permesso di sperimentare l’accoglienza del pubblico in piena sicurezza. Per il teatro invece occorre ancora un po’ di pazienza. I sicuri rinvii alla prossima stagione sono quelli di "Non è vero ma ci credo" con Enzo Decaro e "Un grande grido d’amore" con Barbara de Rossi e Francesco Branchetti, "Sento la terra girare", di e con Teresa Mannino, data ipotetica 30 ottobre 2020, "A Squarciagola", rinviato a data da definire. "Invitiamo gli spettatori a conservare biglietto o abbonamento. Potranno accedere allo stesso spettacolo nella nuova stagione o richiedere l’emissione di un voucher, cui si provvederà in settembre".

M.A.