Quotidiano Nazionale logo
12 feb 2022

Rsa, serve una sede più grande

La neopresidente della Fondazione Marta Mura: "Quella storica è prestigiosa ma inadeguata alle esigenze"

monica autunno
Cronaca

di Monica Autunno La relazione di inizio mandato in ultimazione, per la Fondazione Rsa Marchesi le strategie a breve e a lungo termine. E il progetto più ambizioso: "Una nuova sede. È necessaria e non più rinviabile". La Fondazione ha sede negli storici locali nel cuore del centro storico, di proprietà comunale e dalla storia illustre. "Una sede prestigiosa, ma costosa e ormai insufficiente. Non consente, in prospettiva, ciò che è indispensabile a dare un futuro a Rsa e poliambulatori: almeno 120 posti letto di rsa, nuove specialità ambulatoriali, spazi più versatili". Il “nuovo” Marchesi potrebbe sorgere su aree oggi agricole già di proprietà della Fondazione, a sud dell’abitato. "Ci sono problemi da affrontare, e c’è il tema numero uno, quello economico. A oggi i soldi non li abbiamo". È al lavoro agli ultimi ritocchi della relazione che, a breve, sarà sottoposta all’amministrazione comunale e alle istituzioni del paese Marta Mura (nella foto con il direttore sanitario Davide Spiga) da poco nominata nuova presidente della Fondazione. In Rsa, dopo la lunga emergenza, la vita è tornata alla quasi normalità: i momenti insieme, i laboratori e le attività, le visite delle famiglie. "Siamo Covid free: dita incrociate". Restano, in ottemperanza alla normativa, i cinque posti letto riservati a eventuali esigenze di isolamento, che portano da 70 a 65 la capienza, "e, a tempo per il momento non determinato – spiegano la presidente Mura e il direttore sanitario Davide Spiga – rappresentano un segno ‘meno’ importante sui bilanci: circa duecentomila euro di mancato introito l’anno". L’attività dei poliambulatori ancora al rallenty, "ma in linea di massima in via di ripresa". In concomitanza con il cambio ai vertici un finanziamento statale di 100mila euro, erogato tramite il Comune, ha dato ossigeno, abbinato a un ritocco delle rette, a una situazione di cassa precaria. E ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?