Rogo alle medie furti in serie e baby pusher

Questo articolo descrive una serie di episodi di vandalismo, furto, spaccio e incendio doloso in scuole del territorio, compiuti da giovani, molti dei quali minorenni. Una banda di baby spacciatori è stata sgominata a Rho.

Rogo alle medie furti in serie e baby pusher

Rogo alle medie furti in serie e baby pusher

Negli ultimi anni sono stati diversi gli episodi di vandalismo, furto, spaccio e addirittura incendio doloso all’interno delle scuole del territorio. Sempre più spesso a compiere i reati sono giovanissimi, molti minorenni. Tra il 2021 e l’inizio del ’22 nelle scuole di Cinisello Balsamo si verificò una serie di furti; se ne contarono una decina nel giro di meno di un anno. Alla media Buscaglia in particolare vennero rubati 17 personal computer e altro materiale didattico per consentire l’attività di lezioni a distanza e di laboratorio.

Ancora più pericoloso fu il raid avvenuto il 23 dicembre scorso nella scuola media di via Col di Lana ad Arese: dopo le 19 un passante notò del fumo che usciva dalla scuola e diede l’allarme. Qualcuno aveva appiccato il fuoco nelle aule. Per fortuna le fiamme furono spente in tempo, anche se i danni ai pavimenti e ai muri si aggiraroo sui 50mila euro. La fortuna volle che non prendessero fuoco gli arredi, altrimenti l’incendio avrebbe potuto distruggere la scuola e persino estendersi alle abitazioni vicine. Nelle scuole di Novate, per una decina di volte, una persona ha scassinato di notte le macchine distributrici di caffè e merendine, rovinando serramenti o rompendo vetri per entrare, armato di attrezzi che a volte sono stati abbandonati sul posto.

A fine novembre scorso proprio a Rho fu sgominata una banda di baby spacciatori che agiva anche nei pressi di scuole superiori della zona. Due ragazzi furono arrestati e altri 13, di cui 9 minorenni, denunciati per spaccio di hascisc, 30 segnalati come assuntori. I ragazzi avevano postato sui social feste in discoteca con champagne e scontrini da 800 euro, vantandosi della loro “bella vita“.

Da.Fa.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro