All’esame di Roberto Burioni 10 promossi su 408 candidati: scoppia la polemica sul web

Il test per poter accedere all’esame di Microbiologia è composto da 8 domande a risposta multipla da completare in 15 minuti. Secondo il virologo il 44% non è stato in grado di fornire la diagnosi dell’influenza

Roberto Burioni, il virologo e docente del San Raffaele di Milano

Roberto Burioni, il virologo e docente del San Raffaele di Milano

Milano, 27 febbraio 2024 – Il noto virologo Roberto Burioni, diventato famoso durante l’epidemia di Covid, è anche professore ordinario del corso di Microbiologia e Virologia all’Università San Raffaele ormai dal 2004 ma l’ultimo esame (e gli esiti) a cui si sono sottoposti i suoi studenti è stato ampiamente contestato.

La denuncia è nata su Tik Tok dal profilo di una studentessa di Medicina del San Raffaele, che ha lamentato la pressione e gli esiti del test: solo 10 studenti sui 408 candidati hanno passato il test. Si è trattato di una prova preliminare che gli studenti dovevano passare per poter sostenere l’esame vero proprio: 8 domande a scelta multipla in 15 minuti sui concetti base della materia. A (tutte) le domande hanno appunto risposto correttamente solo 10 su 408.

La denuncia della studentessa

La studentessa che ha posto sotto i riflettori del web lo svolgimento dell’esame ha comunicato dai propri profili Tik Tok: “Non credo che sia normale che un esame lo possano passare così poche persone, anche perché è un esame che tutti hanno studiato con così tanta foga. Ovviamente non è che tutti quanti gli esami di medicina sono così, però è importante parlarne perché non credo che sia giusto. Vi assicuro che non hanno passato l’esame persone che sono stra-studiose e stra-dedicate, che prendono sempre 30 o 30 e lode, che passano tutti gli esami: quindi non credo che non abbiamo studiato”.

Il video è stato successivamente rimosso e sostituito da un altro video in cui la studentessa chiedeva ad amici e compagni di corso quale fosse il codice etico della università e se conoscevano un avvocato che la potesse consigliare. I rappresentanti degli studenti finora non commentano l’episodio e neanche la preside della facoltà di Medicina, Flavia Valtorta, né il rettore Enrico Gherlone.

La comunicazione di Burioni agli studenti

Dopo la preselezione, il virogolo e docente ha mandato una mail agli studenti comunicando gli esiti del test: “Questa mattina hanno sostenuto l’esame 408 studenti. Di questi 10 hanno risposto correttamente a tutte le domande. Faccio notare che il 17% dei partecipanti a questo appello ignorava l’agente eziologico della scarlattina e che il 44% non ha saputo indicare come fare una diagnosi di influenza”. 

Burioni ha anche dichiarato di utilizzare il sistema della preselezione da tempo e di utilizzarlo come metodo per verificare se i ragazzi sono a conoscenza dei concetti base: “È un esame come ne faccio da 20 anni al San Raffaele, è il primo appello momento in cui spesso gli studenti - anche quelli molto studiosi - devono prendere "le misure" alla materia , nella mia esperienza tutti correggono il loro modo di studiare e superano l'esame brillantemente in un appello successivo”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro