Rischio esondazioni, vasca del Trobbia: opera fondamentale

A Gessate, presentata la vasca di laminazione del Trobbia: fondamentale per la protezione dal cambiamento climatico e dalle esondazioni. Lavori in corso finanziati dalla Regione per 5,7 milioni di euro, con una portata di 126mila metri cubi. Prevista la funzionalità entro i primi mesi del 2025. Intervento strategico per la difesa del territorio a valle del corso d'acqua.

Rischio esondazioni, vasca del Trobbia: opera fondamentale

Rischio esondazioni, vasca del Trobbia: opera fondamentale

Vasca di laminazione del Trobbia, lavori ormai in corso a Gessate e ieri la presentazione ufficiale: "Struttura fondamentale e strategica. In tempi di cambiamento climatico, una protezione dalle esondazioni e una salvaguardia importante per l’intero territorio a valle del corso d’acqua". Presentazione a più voci. Gli onori di casa a cura della sindaca Lucia Mantegazza e dell’assessore alla Protezione civile Amos Valvassori e poi gli interventi dell’assessore regionale al Territorio Gianluca Comazzi, del presidente del Consorzio Est Ticino Villoresi Alessandro Folli, sempre per il Consorzio il direttore Valeria Chinaglia e il tecnico Stefano Burchielli, dei rappresentanti di Anbi Lombardia. Lo stesso gruppo, in mattinata, aveva inaugurato in Brianza la vasca di laminazione di Carnate. L’impianto di Gessate, in una zona della Martesana storicamente a rischio alluvioni, è molto imponente dal punto di vista strutturale ed economico: finanziato dalla Regione per 5 milioni 700 mila euro avrà una portata di circa 126mila metri cubi.

Gli interventi preliminari sono già partiti da qualche settimana, "risulta ad oggi - così Comazzi - uno stato di avanzamento del 20%. Il che significa che la vasca sarà funzionante dai primi mesi del 2025". La "bonifica idraulica" dei territori uno dei compiti principali del consorzio di bonifica EtVilloresi: "Il cambiamento climatico sta evidenziando - così durante la presentazione - il ruolo centrale che la difesa del territorio è destinata a ricoprire". "E in questo senso - così il presidente Folli - saremo sempre più in prima fila, braccio operativo di Regione Lombardia, alla luce della competenza e dell’esperienza accumulata nella gestione idrica". Un’occasione per ricordare, per voce dell’assessore regionale, "le risorse e le energie importantissime che la Regione sta dedicando agli interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico. Oggi siamo qui, ma vi sono altri importanti interventi in vista su quest’area: per le vasche che presentiamo oggi abbiamo investito più di 18 milioni di euro". E così gli amministratori gessatesi, Mantegazza e Valvassori: "Gessate anticipa soluzioni alle problematiche che in futuro interesseranno pesantemente l’ambiente. In questi anni abbiamo collaborato con il Consorzio e la Regione e l’intervento in corso soddisfa le aspettative: la vasca sarà ecocompatibile, integrata con l’ambiente e arricchita con alberature a compensazione".

M.A.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro