Rigenerazione ex linificio a Cassano d'Adda, via al primo step

Semaforo verde per i lavori di rigenerazione dell'ex linificio di CASSANO D'ADDA: una nuova alba per un'area di 124mila mq con un parco pubblico urbano di 72mila mq. L'iter burocratico è in corso, senza ostacoli per il via ai lavori.



Rigenerazione ex linificio a Cassano d'Adda, via al primo step

Rigenerazione ex linificio a Cassano d'Adda, via al primo step

Semaforo verde al primo step di lavori per la rigenerazione dell’ex linificio, una nuova alba per il futuro di quella zona della città di 124mila metri quadri di terreno con capannoni decadenti dopo anni di attesa con più di un progetto, annunciato nel tempo ma rimasti poi al palo, che deve fare i conti con un arretrato di circa un milione e 400mila euro di Imu arretrati da versare all’ente comunale. "Siamo partiti con una prima fase così come da protocollo d’intesa con il Parco Adda, Comune e proprietà - spiega l’assessore all’Urbanistica Deborah Bucca -. Si parla di un programma integrato d’intervento un po’ complesso. Al momento ci stiamo preoccupando di fare lo sfalcio degli arbusti ed erbacce". Un primo intervento per fare spazio ai cantieri per dare il via ai lavori al termine dell’iter burocratico legato all’approvazione ddel progetto di rigenerazione.

"Ci sarà poi una seconda fase, vale a dire - continua l’assessore - la presentazione per le pratiche della demolizione degli edifici di architettura non di pregio. Poi si darà attenzione al piano integrato d’intervento con la fase delle osservazioni, adozione e infine il passaggio per l’approvazione in consiglio". Nulla dunque è dato a sapere sulle tempistiche dei lavori ma salgono le quote che lasciano intendere a una certezza maggiore rispetto al passato per il via ai lavori con notevole riduzione del consumo di suolo, di costruzioni residenziale la cui volumetria edificabile è in previsione di approdare sui terreni a sud della città a ridosso della tangenziale. "Come cosa buona diciamo che non ci sono tempi morti - conclude l’assessore Deborah Bucca -. Si può dire che il progetto al momento prosegue per la sua strada senza ostacoli per giungere una volta per tutte al via ai lavori della rigenerazione di quell’area". Nel progetto finale previsto un parco pubblico urbano di circa 72mila metri quadri grazie alla demolizione di edifici non vincolati. S.D.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro