Recupero ex Galbani Via alle osservazioni

Migration

Piano e variante ex Galbani, ultime ore di pubblicazione dei documenti, poi via libera alle osservazioni. Cittadini, enti e operatori economici potranno presentarle entro il 20 gennaio a mezzogiorno. È il secondo importante step verso l’approvazione definitiva della variante che apre la strada al piano integrato di intervento, adottata in aula a metà novembre. Obiettivo, concludere l’iter e dare il via ai lavori entro la primavera. Istruzioni sul sito del Comune. Intanto sono già al lavoro le opposizioni. Il centrodestra, che ha abbandonato l’aula al momento del voto. E il partito democratico, che ha espresso voto contrario. "Già in Consiglio comunale - così il consigliere pd Rocco Martelli - avevamo espresso perplessità. Ci prepariamo quindi a presentare osservazioni e richieste di integrazione e modifica. Si tratta di una scelta epocale per la città, non sono accettabili approssimazioni o lacune". La variante urbanistica apre la strada alla trasformazione che Officine Mak, nuovo proprietario dell’area, realizzerà nei prossimi quattro anni sia nell’enorme lotto centrale ("ambito stazione") sia suquello delle ex porcilaie sulla Cerca (l’ambito "Molgora"). In centro arriveranno nuove abitazioni, viabilità di cucitura con il vecchio nucleo, verde, parcheggi e servizi. Residenza e un piccolo centro commerciale. Il dibattito consiliare, e le polemiche successive, hanno riguardato soprattutto la non prevista destinazione di parte degli oneri di urbanizzazione. Intanto la proprietà attende le indicazioni di Arpa per avviare la fase delle bonifiche preliminari alle ruspe. Potrebbero partire entro la metà di gennaio. M.A.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro