Quotidiano Nazionale logo
17 mar 2022

Milano, rapina ragazzino di 14 anni alla fermata della metro e abusa di lui: preso 17enne

Il rapinatore è stato rintracciato e riconosciuto grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza che lo hanno ripreso in azione

La stazione della metropolitana di Porta Romana, 17 marzo 2022.  Una rapina seguita da abusi sessuali ai danni di un minorenne si � verificata sabato scorso nella fermata di una stazione della metro a Milano. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO
stazione metropolitana di Porta Romana dov'è avvenuta la rapina seguita da violenza

Milano, 17 marzo 2022 - Avrebbe rapinato un ragazzo armato di coltello e poi si sarebbe fatto masturbare. Per questo un 17enne, italiano di seconda generazione originario dell'Europa dell'Est, è stato fermato dalla polizia a Milano. La rapina sarebbe avvenuta sabato 12 marzo nel mezzanino della fermata Metro di Porta Romana. Dopo aver individuato la sua preda, un ragazzino di appena 14 anni, il baby rapinatore lo avrebbe minacciato costringendolo a dargli i pochi euro che aveva con sé. Quindi lo ha accompagnato fuori dalla metropolitana e, dopo circa un chilometro, arrivati in una stradina, ha costretto il 14enne a commettere atti sessuali. 

Le indagini, scattate subito dopo la violenza e la denuncia, hanno consentito agli agenti della squadra Mobile di accertare l'accaduto. Fondamentale per risalire al presunto autore sono state le riprese dei sistemi di videosorveglianza, che hanno confermato la descrizione del rapinatore fornita dalla vittima. Successivamente, i servizi di osservazione svolti nelle immediate vicinanze del luogo in cui è avvenuta la violenza, hanno permesso di rintracciare il baby rapinatore, che è stato riconosciuto sia per i tratti somatici che per parte dell'abbigliamento indossato al momento del fermo. 

Il 17enne, già noto alle forze dell'ordine, al momento del controllo di polizia aveva con sé un coltello e una minima quantità di sostanza stupefacente per uso personale. Condotto in stato di fermo presso il Cpa di Torino (Centro di permanenza per il rimpatrio dei migranti), è a disposizione della autorità giudiziaria competente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?