Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 mar 2021

Quota 100, fuga delle scuole Il 29% in più approfitta dello scivolo

Effetto “ultima chiamata“ e timori per la pandemia: in 2150 quest’anno lasciano il lavoro, istituti in affanno

3 mar 2021
diandrea gianni
Cronaca

di Andrea Gianni L’effetto "ultima chiamata", con il boom di lavoratori che nel 2021 hanno scelto in extremis di aderire a quota 100, a Milano si traduce in una fuga dalle scuole. Nella Città metropolitana 2150 persone, fra insegnanti e amministrativi, quest’anno lasceranno il mondo del lavoro. E, secondo gli ultimi dati sul tavolo dell’Inps di Milano, fra il 2020 e il 2021 si registra una crescita del 29% dei pensionamenti quota 100 nelle scuole, di fronte a una lieve flessione (–4%) delle pensioni “Fornero“. Un addio anticipato conseguenza anche della pandemia, che ha spinto personale di età più avanzata a cercare di mettersi al riparo da possibili rischi nelle scuole approfittando dello “scivolo“ ancora in vigore quest’anno. "Con questi numeri ci troveremo in una situazione di difficoltà", spiega Massimiliano Sambruna, segretario Cisl Scuola Milano. "Nuove procedure concorsuali per coprire i posti vacanti dovrebbero essere fissate almeno entro il 30 marzo – prosegue – ma siamo già in ritardo e servono misure d’emergenza". Il sindacalista propone di pescare personale tra i nomi nella graduatorie provinciali delle supplenze, con una "nuova graduatoria regionale che comprenda le persone in possesso dell’abilitazione". I tempi, però, sono stretti. E il rischio concreto è quello di arrivare a settembre con scuole in affanno per la carenza di insegnanti in una fase cruciale della lotta alla pandemia. Secondo i dati dell’Inps, nel 2021 le scuole della Città metropolitana di Milano e della provincia di Monza-Brianza perderanno 3028 lavoratori causa pensionamento, con una crescita dell’8% rispetto all’anno scorso. Tra questi, 1264 hanno scelto di andare in pensione con quota 100: un +29% rispetto al 2020, quando si erano registrati solo 977 casi. Altri 1794 vanno in pensione con il percorso ordinario stabilito dall’ultima riforma dell’ex ministro Elsa Fornero, all’epoca del Governo Monti. In questo caso i numeri sono ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?