Quintali di eroina e coca a Milano: arrestato il re dei narcos

La polizia locale ha arrestato Alket Hatija, 50 anni, considerato uno dei grandi signori della droga, accusato di trasportare quintali di eroina e cocaina a Milano. La Corte d'Appello di Milano lo ha condannato a 20 anni di reclusione. Attesa estradizione in Italia.

È stato arrestato a Durazzo in Albania Alket Hatija, 50 anni, considerato uno dei grandi signori della droga, capace di far arrivare quintali di eroina e cocaina a Milano con carichi provenienti dall’Albania.

Secondo un comunicato della polizia locale, l’uomo, è finito in manette "perché nei suoi confronti esiste un’ordine di cattura internazionale, rilasciato dall’Interpol Roma, a seguito di una sentenza della Corte d’Appello di Milano che lo ha condannato a 20 anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti". Ad Hatija, fermato in uno degli alberghi di Durazzo, viene contestato il trasporto a Milano, tra il gennaio 2003 e il marzo 2004, di 350 chili di eroina e 190 di cocaina. Carichi dal valore di 35-45 milioni di euro. Il "signore della droga", era già stato arrestato per conto della giustizia italiana nel 2017, per essere poi rilasciato da una corte di Durazzo che ha contestato la richiesta di estradizione, considerando che Hatija avrebbe già scontato una pena, per lo stesso reato, in Albania. Nel 2010 la Corte albanese per i Reati gravi lo aveva condannato a 10 anni di carcere, dove ha trascorso però solo un breve periodo, poiché è stato rilasciato per "buona condotta".

Da allora l’uomo aveva fatto perdere le sue tracce, mentre nel frattempo, la Corte suprema albanese, e lo scorso anno anche la Corte Costituzionale, si sono dette a favore della sua estradizione.

Ieri l’arresto nel suo Paese e quindi l’attesa di estradizione in Italia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro