Quotidiano Nazionale logo
28 gen 2022

Quindicimila euro alla rassegna "Cinemadamare" Il contributo della Giunta scatena la polemica

Un momento della rassegna estiva di cinema libero d’autore canegratese (Immagine di repertorio riferita all’ultima edizione pre-pandemia del 2019)
Un momento della rassegna estiva di cinema libero d’autore canegratese (Immagine di repertorio riferita all’ultima edizione pre-pandemia del 2019)
Un momento della rassegna estiva di cinema libero d’autore canegratese (Immagine di repertorio riferita all’ultima edizione pre-pandemia del 2019)

Polemica fra il consigliere di minoranza, Christian Fornara e la giunta canegratese che con una delibera nei giorni scorsi aveva concesso all’associazione Cinemadamare, un contributo di 15mila euro. "La pandemia da Covid-19 continua a non dare tregua e i contraccolpi economici negativi si fanno ogni giorno sempre più sentire. Di tutto ciò non sembra averne tenuto conto l’amministrazione di Canegrate quando si è trattato di erogare contributi economici a favore dell’associazione Cinemadamare di Nova Siri - spiega Fornara -. Sicuramente tutte le iniziative culturali di portata aggregativa sono da supportare ma, in un periodo come quello che stiamo vivendo, non è giustificabile l’erogazione di cifre così considerevoli a singola associazione".

A stretto giro è arrivata la risposta del comune di Canegrate: "Le associazioni canegratesi sono state esonerate dal pagamento delle sedi di via Olona non solo nel 2021, ma anche nel 2020 e le rette degli utenti della Città del Sole non sono affatto aumentate, ma sono state anzi dimezzate o azzerate per lungo tempo proprio a causa della pandemia. Le stesse scelte sono state compiute con il nido e con le strutture sportive. I contributi vengono annualmente assegnati alle associazioni canegratesi Cinemadamare 2021 è stato un evento di notevole "portata aggregativa" per la comunità". Ch.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?