Progetto Spugna, via ai cantieri. Arriva l’asfalto assorbi-acqua

Piogge intense e nubifragi, l’obiettivo del piano da 6 milioni a Rho: rendere drenanti i parcheggi

Progetto Spugna, via ai cantieri. Arriva l’asfalto assorbi-acqua
Progetto Spugna, via ai cantieri. Arriva l’asfalto assorbi-acqua

L’obiettivo del progetto è semplice: rendere maggiormente drenanti i parcheggi in modo che siano in grado di assorbire acqua piovana soprattutto quando si verificano piogge intense o bombe d’acqua, senza intasare le reti fognarie ed evitando allagamenti. Al via oggi nella città di Milano i primi cantieri del "Progetto Spugna", un piano da 6 milioni di euro, finanziato da Città Metropolitana di Milano con fondi del Pnrr. I lavori inizieranno nel parcheggio di via Aldo Moro all’incrocio con via Gramsci. Il parcheggio non potrà essere utilizzato per tutta la durata dei lavori, che dovrebbero terminare nell’arco di 90 giorni. Qui verranno realizzati sistemi di drenaggio urbano sostenibile come aiuole, trincee drenanti e pavimentazioni drenanti. La superficie dedicata alla sosta rimarrà invariata come estensione ma verrà trasformata in superficie drenante. L’area verde ospiterà un "rain garden" per la raccolta e la gestione delle acque di deflusso. Verranno rigenerati 1.978 metri quadrati di cui 963 a verde, 1.015 di superfice drenata. "Abbiamo presentato questi progetti in più occasioni, ora si entra nel vivo - spiega l’assessore all’Ambiente Valentina Giro -. Avere meno cemento, meno aree che non permettono il drenaggio delle acque, sarà un risultato importante per una città meno esposta ai danni conseguenti a eventi atmosferici di notevole portata. Con questo progetto andiamo ad agire su 11 aree nella nostra città con benefici di tipo ambientale, andando a disegnare una città più resiliente, capace di adattarsi ai cambiamenti climatici, la vera sfida del futuro". Il secondo cantiere che parte oggi è quello di via Cornaggia, nel parcheggio a ridosso di Villa Burba. Qui i lavori si svolgeranno in due step. Nella prima fase sarà interessata dal cantiere l’area compresa tra la Casa dell’Acqua e corso Europa, mentre l’area più vicina alla Burba sarà coinvolta in una seconda fase. Anche qui verranno creati sistemi di drenaggio urbano sostenibile. Sarà mantenuto il corsello centrale con parcheggi a pettine e la pista ciclopedonale. Il "rain garden" per la gestione delle acque del parcheggio verrà realizzato nella zona nord-est. L’area rigenerata è di 15.187 metri quadrati, di cui 11.056 a verde e 4.131 di superfice drenata. Verranno aggiunte diciannove nuove piante. In città gli interventi interesseranno anche altre aree di parcheggio: via Zara, via Redipuglia, via Serra, via Labriola, via Pertini, via Conciliazione, vicolo Secchi, via Moscova, via Montenevoso.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro