Vittoria Puccini, Patti Smith e la coppia Elodie-Marracash
Vittoria Puccini, Patti Smith e la coppia Elodie-Marracash

Milano, 7 dicembre 2019 - Alla Prima della Scala la parola d'ordine è stata "sobrietà". Attese - come ogni anno - le mise per la serata che apre la stagione lirica al Piermarini. Quest'anno domina il nero, impera il velluto, compare il raso, rimangono contenuti gli strass e le piume, limitati a pochi dettagli. Poche le celebrities, molte le autorità. E' Giorgio Armani a vestire alcuni dei personaggi più importanti: con la sua linea 'Prive'' firma l'abito della premiere dame meneghina, Chiara Bazoli, la compagna del sindaco Giuseppe Sala, elegantissima nella sua gown a sirena e scollo a V, nella parte superiore, basta un accenno di luce sulle spalle a illuminarla; al contrario il sindaco ha scelto uno smoking realizzato dal suo sarto napoletano di fiducia "20 anni fa". false

E' sempre di Armani il tailleur-pantalone nero di Maria Elena Boschi (che si presenta insieme al collega di Italia Viva, Ivan Scalfarotto) con la chioma raccolta in una finissima coda ondulata, fermata da un fiocco di velluto; veste la stessa casa anche la moglie del ministro Dario Franceschini (in smoking e papillon), Michela di Biase. Ha scelto il grigio scuro, ma non ha tradito Armani, la figlia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Laura, che lo ha accompagnato per la seconda volta nel Palco Reale; stesso atelier per la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese. In Armani pure Evelina Christillin, così come la coppia cinematografica, formata da Francesca Barra e Claudio Santamaria: "E' la nostra prima volta qui", ammettono, ma non sbagliano di certo look, soprattutto lei, in blu scuro, con una cappa di toulle e strass a coprire l'abito con strascico.

Androgina Patti Smith, che non abbandona i panni della rockstar, nemmeno entrando nel tempio dell'Opera, e non rinuncia a portare il capello a falda larga, che l'ha caratterizzata da Woodstock in poi. Emozionata Vittoria Puccini, attrice, anche lei per la prima volta al Piermarini in un raffinato abito blu scuro, associato ad una cappa di velluto, e griffato Etro. Hanno scelto lo storico marchio, noto per i tessuti e le inconfondibili stampe, anche il rapper Marracash e la compagna Elodie

Per Alessandra Repini, moglie del finanziere Arturo Artom, un verde firmato Raffaella Curiel; orgogliosa Marinella di Capua, che decide di farsi accompagnare dallo stilista in persona Pier Prandini, il quale spiega: "Qui ci sono 5 miei vestiti stasera: tutti portano una rosa, che richiama quella disegnata sulla copertina del libretto della prima edizione della Tosca". Colpisce il look della chirurga plastica Dvora, che sceglie il bianco con l'aggiunta di un giro di luci. C'è poi il cappotto che richiama le locandine della Scala, ormai un classico, e le habitue' della prima direttamente dal Giappone con i loro abiti coloratissimi e amplissimi, coronati dagli immancabili diademi. Valentino veste la presidente di Eni, Emma Marcegaglia e la consorte dell'ex ministro Corrado Passera, Giovanna Salza. Non serve sottolineare parlare di brand o di dettagli quando arriva la senatrice a vita Liliana Segre: la sua eleganza è nel passo composto e nel sorriso calmo con cui accoglie gli applausi ed entra per assistere allo spettacolo: "Sono abbonata da 30anni", ricorda.