Plastica nel pane integrale. Ritirata l’intera fornitura. Controlli su tutta la filiera

A scoprire il corpo estraneo una bimba di terza elementare della Pizzigoni. Un anno fa un alunno di quinta dello stesso istituto trovò il "bullone".

Plastica nel pane integrale. Ritirata l’intera fornitura. Controlli su tutta la filiera

Plastica nel pane integrale. Ritirata l’intera fornitura. Controlli su tutta la filiera

e Luca Tavecchio

Plastica "o materiale similare" nel pane distribuito da Milano Ristorazione nelle scuole. L’allarme è scattato nella mattinata ieri, quando un’alunna di terza elementare della scuola Rinnovata Pizzigoni – la stessa del “caso bullone” – ha trovato un pezzo di plexiglass in un panino integrale. Per questo la municipalizzata che gestisce i pasti in tutte le strutture comunali ha deciso di ritirare tutto il pane integrale della giornata. "Nella mattinata – si legge nella nota di Milano Ristorazione – a titolo precauzionale è stata sospesa la somministrazione del prodotto “pane integrale” in alcune scuole primarie, infanzia e nidi a seguito di una segnalazione per il ritrovamento di un frammento di plastica o materiale similare, rinvenuto insieme a del pane".

"Sono già state effettuate le prime verifiche presso la cucina e la scuola, oltreché presso il fornitore, per valutare una eventuale non conformità – prosegue la comunicazione – . Abbiamo preferito effettuare le verifiche ritirando il pane non ancora distribuito all’utenza. A ciò si aggiunge che non è stato ritrovato alcun altro corpo estraneo in nessuna porzione di pane. Stiamo proseguendo con ulteriori verifiche per comprendere la dinamica della segnalazione".

Non è la prima volta che Milano Ristorazione si ritrova al centro di un’allerta per oggetti estranei nel cibo distribuito. Nel marzo dell’anno scorso in un panino destinato a un pranzo al sacco dei bambini della scuola elementare Dante, del comprensivo Rinnovata Pizzigoni, venne ritrovato un bullone: un alunno di quinta se ne accorse appena in tempo. Un episodio che suscitò allarme e indignazione tra i genitori e che portò il 26 marzo 2023 alle dimissioni dell’allora presidente della municipalizzata Bernardo Notarangelo. Al suo posto, nel mese di maggio venne nominato Davide Vincenzo Dell’Acqua, tuttora in carica.

"È già capitato e doveva essere un’eccezione – attacca il capogruppo di FdI a Palazzo Marino, Riccardo Truppo –. Ora ci risiamo e vorremmo saperne di più. Le risultanze del bullone ritrovato cosa ci hanno insegnato? Sono state approntate delle correzioni nelle procedure? Come mai troviamo della plastica nel pane? Ancora non si sa se fosse vetro! Sono queste le domande allarmate alle quali attenderemo dall’amministrazione risposte". "Il dover ritirare il pane dalle mense scolastiche milanesi per la presenza di materiale plastico è una dimostrazione che chi amministra la città non prende mai spunto dai propri errori per migliorarsi", aggiunge in una nota il segretario della Lega a Milano e consigliere comunale Samuele Piscina. Due le richieste: "Non minimizzare e intensificare i controlli".

"Dentro gli alimenti distribuiti nelle mense scolastiche – conclude Piscina – non ci devono essere pezzi di plastica, vetro o acciaio".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro