BARBARA CALDEROLA
Cronaca

Pioltello, ecco il nuovo campus Esselunga dedicato ai dipendenti con asilo, medico e padel

Un progetto architettonico per il recupero di un’area abbandonata. Via libera alla variante

Questo il plastico del nuovo campus Esselunga

Questo il plastico del nuovo campus Esselunga

Pioltello (Milanmo), 1 agosto 2023 – Via libera alla variante , Pioltello accoglierà il nuovo campus di Esselunga per i dipendenti, un innovativo progetto di welfare aziendale.

"Un’opera aperta alla città", dice la sindaca Ivonne Cosciotti. In arrivo asilo, centro medico, palestra, campi sportivi. Il complesso sorgerà a Limito, dove il marchio della grande distribuzione ha il proprio quartiere generale dal lontano 1964

. Prenderà il posto di vecchi capannoni dismessi in un’ottica di rigenerazione, lungo tutto il perimetro, alberi, arbusti e piante fiorite collegheranno l’edificio con il verde del quartiere. Il piano terra è stato pensato per ospitare mostre e convegni in uno spazio polifunzionale di 700 metri, più bar-caffetteria. Accanto, un’area sportiva di oltre 800 metri, mentre l’asilo è un grande open space dedicato al gioco, con aule chiuse che potranno accogliere fino a 60 bambini. Il centro medico è diviso in due zone circolari: accettazione e sala di attesa nella prima, studi degli specialisti nella seconda. Tutti gli spazi si affacciano su una grande piazza centrale. Appena fuori ci saranno a disposizione due campi di padel, uno da calcetto e uno da tennis. Arriva così in porto il progetto presentato un anno fa all’Amministrazione. "Per noi è un investimento sulle nostre persone, motore della crescita e dell’innovazione - spiegano dalla catena di supermercati -. Sono loro che garantiscono ogni giorno prodotti e servizi di qualità, le iniziative per il benessere, la salute, la famiglia nascono dalle segnalazioni dei dipendenti. Le attività puntano alla conciliazione casa-ufficio, obiettivo strategico".

L’iter urbanistico si è concluso con l’approvazione in aula. "È vero che si tratta di un intervento di natura privata, ma avrà ripercussioni positive su Pioltello - sottolinea Saimon Gaiotto, vicesindaco con delega all’Urbanistica - non solo per il grande valore architettonico del progetto ma anche perché va a riqualificare un’area abbandonata e soprattutto stralcia un lotto che era già destinato a residenziale. A trarre i maggiori benefici saranno gli abitanti della zona che si troveranno più parcheggi e il prolungamento di una strada, via Da Maiano che confluirà in via Consacrazione".