“Pausa caffè Alzheimer e dintorni”. Spazio incontri familiari-badanti

Due ore ogni 15 giorni da domani, al debutto presente il sindaco: offriamo momenti di condivisione e sostegno

“Pausa caffè Alzheimer e dintorni”. Spazio incontri familiari-badanti

“Pausa caffè Alzheimer e dintorni”. Spazio incontri familiari-badanti

“Pausa caffè Alzheimer e dintorni”, otto incontri di due ore ogni 15 giorni per caregiver, badanti e familiari, da adesso a giugno. Si comincia domani a Cascina Tre fontanili, a Vimodrone. Al debutto anche il sindaco Dario Veneroni: "Offriamo uno spazio di formazione, condivisione e sostegno su un problema che tocca da vicino moltissime persone", spiega. Ci saranno esperti e momenti di relax per tutti. "Perché la malattia mette a dura prova chi se occupa e avere un punto di riferimento è essenziale per andare avanti - aggiunge il primo cittadino -. L’iniziativa servirà anche a fare il punto sui progetti portati avanti dalla comunità e sul territorio. Uno degli obiettivi del ciclo è sensibilizzare tutti a una maggiore inclusività. C’è molto bisogno". I posti letto non bastano. Anche se sono aumentati in zona, a fine 2022, la casa di riposo Golgi Redaelli aveva potenziato il nucleo dedicato a chi soffre di decadimento mentale portando il totale della dotazione a 57. Anche Carugate ha fatto un investimento in questa direzione con il via libera al piano per la San Camillo 2., 100 le persone che possono essere accolte nel nuovo pezzo di Rsa, non solo in degenza ma anche al Centro diurno che ospita chi può essere ancora gestito almeno in parte a casa. Le città si attrezzano per affrontare un fenomeno che ha numeri allarmanti. Oggi, questi problemi riguardano il 20% degli over 60, ma si stima che nel 2050 raddoppieranno. Da qui la necessità di mettere a disposizione dei parenti più possibilità di ricovero "ma anche di affinare tutti gli strumenti utili ad affrontare questa situazione - sottolinea Veroni - un’esperienza che esiste già nelle realtà che hanno nuclei Alzheimer e che come noi chiamano raccolta chi si muove in questo mondo.

C’è bisogno di luoghi dove parlare dell’impatto di questa realtà sulla vita di tutti i giorni. Serve una rete di mutuo sostegno, fondata sulla condivisione. Un concetto chiave quando si combatte contro un male che porta le persone alla totale estraneità dai legami stretti durante la propria esistenza. Uno degli aspetti più dolorosi della questione". Appuntamento a domani dalle 17 alle 19 a Cascina Tre Fontanili. Per informazioni si può scrivere una mail all’indirizzo pausa.caffe.alzheimier@gmail.com.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro