Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 ago 2022
mario consani
Cronaca
3 ago 2022

Passante, oggi il dissequestro dei binari. Ma ripartenza completa solo a fine agosto

Per l’usura anomala della ruote confermata la causa dello “spargigrasso“ bloccato. Però la ripresa immediata delle corse è impossibile

3 ago 2022
mario consani
Cronaca
MILANO  22/04/2016  - RAGAZZA DI 19 ANNI TRAVOLTA DA FRECCIAROSSA TRENO ALLA  STAZIONE FERROVIARIA CERTOSA  -  CONTROLLI CONTROLLI POLIZIA FERROVIARIA POLFER - FOTO  FURLAN  NEWPRESS PER FACHIN LUCIDI TOGNOLATTI -
Stazione Certosa del passante ferroviario di Milano
MILANO  22/04/2016  - RAGAZZA DI 19 ANNI TRAVOLTA DA FRECCIAROSSA TRENO ALLA  STAZIONE FERROVIARIA CERTOSA  -  CONTROLLI CONTROLLI POLIZIA FERROVIARIA POLFER - FOTO  FURLAN  NEWPRESS PER FACHIN LUCIDI TOGNOLATTI -
Stazione Certosa del passante ferroviario di Milano

Milano -  Binari liberi entro oggi, quasi certamente. Ma per la riapertura del Passante serviranno forse più di tre settimane .

Corse a vuoto

Ieri sera si è conclusa la tre giorni di corse dei treni a vuoto disposta dalla Procura anche sulla tratta Dateo-Porta Vittoria , con la conferma che l’usura anomala delle ruote dei convogli in quel punto, denunciata a suo tempo da Trenord, sarebbe dipesa proprio dalla rottura dell’impianto erogatore di grasso , poi riparato. In giornata gli investigatori acquisiranno la “scansione“ in 3d del pezzo di rotaia interessata e gli esiti di un passaggio con il treno “diagnostico“ di Rfi, la società che si occupa della manutenzione della rete. Entro stasera dunque, al più tardi domattina, salvo sorprese i binari saranno dissequestrati.

Tempistiche

Questo non vuol dire, però, che la circolazione del Passante milanese riprenderà da subito. Anzi. Fonti vicine a Trenord fanno sapere che la data più probabile per la riapertura completa potrebbe essere addirittura lunedì 29 agosto . Più di tre settimane che serviranno per rimettere in assetto i treni che hanno subito i danni alle ruote (una trentina quelli ancora ai box) e che entrambe le società coinvolte (Rfi e Trenord) sfrutteranno, probabilmente, per capire se il problema sia davveo risolto. Una piccola “quota“ di usura delle ruote oltre la media pare infatti persistere, nella tratta incriminata. E in ogni caso saranno le due società a dover valutare se il normale viavai dei treni possa riprendere senza alcun pericolo per i passeggeri. Anche perché, sullo sfondo, resta comunque l’inchiesta giudiziaria aperta (per ora contro ignoti) per “pericolo di disastro ferroviario“. E il dissequestro dei binari non vuol certo dire che il via libera alla ripresa della circolazione possa arrivare dalla Procura. Il caso non è ancora chiuso, infatti. Tanto più che per vedere gli esiti della consulenza tecnica che il magistrato disporrà, serviranno settimane.

La vicenda

Era sabato 23 luglio quando Trenord decise di bloccare la circolazione sul Passante dopo aver rilevato un consumo anomalo delle ruote dei suoi convogli, tale - secondo la società- da mettere in dubbio la sicurezza della circolazione. I sospetti erano caduti su quel tratto di rotaia tra le fermate Dateo e Porta Vittoria, (usurata secondo Trenord, non per Rfi) al punto da provocare quell’usura anomala delle ruote. Due giorni dopo la Procura mise sotto sequestro i binari per i necessari rilievi tecnici (a vista non si notava nulla) e una settimana fa aveva sequestrato, per svolgere altri accertamenti, anche le ruote di alcuni treni che erano in attesa di manutenzione in uno dei depositi di Trenord. Venerdì scorso la svolta, dopo la scoperta (in realtà ritardata) che l’impianto erogatore di grasso nella tratta Dateo-Porta Vittoria era stato trovato bloccato già il 22 luglio dall’addetto di una ditta terza che si occupa della manutenzione di quell’impianto per conto di Rfi. Lo “spargigrasso“ era stato riparato nel giro di tre giorni e a quel punto la soluzione del giallo era sembrata a portata di mano. Per avere la riprova, che poi è arrivata, la Procura ordinò a Trenord e Rfi di far passar di nuovo su quei binari due convogli vuoti più volte al giorno per tre giorni consecutivi fino a ieri sera.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?