Panini Durini addio, il fondatore Stefano Saturnino: “Quando lasciai c’erano tutte le condizioni per continuare con successo”

Milano, l’imprenditore brianzolo aprì il primo locale nel 2011: “Era un format innovativo che ha anticipato le tante catene di fast food di qualità che ci sono oggi”

Il locale di Panini Durini in via Orefici a Milano

Il locale di Panini Durini in via Orefici a Milano

Milano – Sulla chiusura di tutti i locali targati Panini Durini è intervenuto oggi martedì 5 marzo Stefano Saturnino, l’imprenditore brianzolo che fondò la catena nel 2011 e che cedette le quote della società nel 2017.  

“Ho fondato Panini Durini nel 2011 – dice Saturnino – con un format che, all’epoca era assolutamente innovativo. Con Panini Durini nasceva, infatti, il primo lunch bar dedicato unicamente al panino declinato in innumerevoli varianti che si caratterizzavano tutte per la freschezza delle materie prime made in Italy”.

“Ben presto – prosegue Saturnino – Panini Durini divenne la location ideale non solo per la pausa pranzo ma era annoverato tra i locali più gettonati per colazioni, merende e aperitivi. Nel 2017 cedetti Panini Durini ad Astraco, società di advisory indipendente guidata da Nino Dell’Arte e da quel momento mi dedicai ad altri progetti che diedero vita a realtà di successo, tra cui Pizzium, Marghe o Gelsomina”.

“La notizia della chiusura di Panini Durini – sottolinea ancora l’imprenditore – mi dispiace molto perché, quando ho lasciato la società, erano presenti tutte le premesse per sviluppare sempre di più un format che era stato il precursore di diverse catene contemporanee di fast food di qualità e perché c’erano tutte le condizioni per continuare sulla strada tracciata fino alla mia uscita e mantenere Panini Durini un brand di successo e di rifermento per tanti nel settore della ristorazione”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro