LAURA LANA
Cronaca

Nuovo commissariato all’ex Falck Il costo dei cantieri sale di 1,4 milioni

L’assessore all’Urbanistica Lamiranda: "Chiesti 750mila euro alla Regione, il resto dei fondi dal Comune"

Nuovo commissariato all’ex Falck  Il costo dei cantieri sale di 1,4 milioni

Nuovo commissariato all’ex Falck Il costo dei cantieri sale di 1,4 milioni

di Laura Lana

Il rialzo dei costi dei cantieri non lascia indenne nessuna opera, neanche quelle che sono ancora sulla carta. Così, anche il futuro commissariato di polizia, da realizzare sulle aree Falck, subisce un innalzamento della spesa. "Nelle scorse settimane si è fatto il punto del progetto – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Antonio Lamiranda -. Tra le richieste aggiuntive del ministero e l’adeguamento dei costi, la struttura ha subìto un aumento di 1,4 milioni di euro". Il vecchio preventivo era di 5,3 milioni per la nuova sede della polizia di Stato nel comparto Concordia, dietro al MaGe, spostando il presidio di sicurezza attuale da viale Marelli. Di questi fondi, 2,5 milioni erano già stati messi dalla Regione, a cui ora si chiede di farsi carico anche di parte degli extra costi. "Dopo questa revisione, abbiamo richiesto un ulteriore cofinanziamento dell’opera di 750mila euro", ha annunciato Lamiranda. La restante parte sarà stanziata dal Comune, che da tempo aveva accantonato i fondi, spostandoli dal tesoretto di 18,7 milioni di opere a scomputo, che erano state previste sulle ex acciaierie, alcune delle quali cancellate. Un progetto che nasce da lontano, con i primi scambi tra il Comune e la Prefettura nel 2016, e che aveva subìto un’accelerata dopo l’uccisione, in piazza Primo Maggio, di Anis Amri, l’autore della strage terroristica ai mercatini di Berlino. A settembre 2018 la firma del protocollo d’intesa in Prefettura tra i diversi attori, mentre a maggio 2022 si era chiusa la conferenza dei servizi, che dava il via libera alla realizzazione. Il nuovo commissariato prevede anche gli alloggi collettivi, quello del dirigente e altre 12 camere destinate al personale. Sarà realizzata anche una piazza dedicata alla nuova struttura, dove saranno collocate le funzioni aperte al pubblico. I materiali saranno di ultima generazione, per evitare frequenti manutenzioni. L’ultimo cronoprogramma prevedeva l’inizio del cantiere il 5 dicembre 2026 (l’area dev’essere ancora bonificata) e la fine dei lavori entro il 28 maggio 2028, per un totale di 541 giorni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro