MASSIMILIANO SAGGESE
Cronaca

Incidente sul lavoro al golf club di Noverasco di Opera: chi sono le vittime

I tre lavoratori (due sono morti e uno è ferito) sono rimasti coinvolti dal cedimento di una piattaforma aerea usata durante lavori di potatura

Milano, 12 aprile 2023 – Tragico incidente sul lavoro, questa mattina verso le 10, nel Milanese. 

Due operai sono morti a Noverasco di Opera (Milano), a causa del cedimento di una piattaforma aerea usata durante lavori di potatura. Un terzo è rimasto ferito in modo grave. 

Approfondisci:

Incidente sul lavoro allo Sporting Mirasole di Noverasco, cede piattaforma: due operai morti e uno grave

Incidente sul lavoro allo Sporting Mirasole di Noverasco, cede piattaforma: due operai morti e uno grave

Il luogo dell’incidente

Il cedimento è avvenuto in via Karl Marx 16, all’interno del golf club ‘Le Rovedine’. I tre lavoratori stavano lavorando alla potatura di piante ad alto fusto e per questo motivo, almeno due, si trovavano sopra la piattaforma aerea a svariati metri da terra, in un cestello sostenuto da un braccio meccanico che, per cause ancora da accertare, si è schiantato al suolo.

Le vittime

I due operai morti sono Angelo Giovanni Zanin, classe 1971 e Dario Beria, classe 1953. Zanin era il titolare dell’omonima azienda agricola, nata nel 2001 come Azienda agricola Vivaistica a Lungavilla, nel Pavese. Stando a quanto riporta il sito internet, nel corso degli anni l’azienda aveva aggiunto prima l’attività di gestione del verde e successivamente quella dedicata all’arboricoltura ornamentale e boschiva. Da 10 anni grazie alle collaborazioni con aziende formative certificate, affiancava all’attività selvicolturale, quella della formazione professionale in ambito sicurezza sul lavoro. 

Opera Noverasco incidente sul lavoro. nel riquadro una delle vittime, Angelo Zanin
Opera Noverasco incidente sul lavoro. nel riquadro una delle vittime, Angelo Zanin

Il ferito

Il ferito ha 25 anni. Il giovane è stato disincastrato dai resti della piattaforma dai vigili del fuoco. Poi, stabilizzato e ricoverato all’ospedale Niguarda con traumi toracico, cranico, e agli arti e con fratture multiple. dall’ospedale fanno sapere che le sue condizioni sono estremamente gravi.