Notte di feriti e allarmi. Petardi nella bottiglia: finisce in sala operatoria

A San Giuliano 29enne colpito dalle schegge di vetro dell’esplosione. Scoppiano i botti in mano, a Rozzano e a Cinisello in due al pronto soccorso.

Notte di feriti e allarmi. Petardi nella bottiglia: finisce in sala operatoria
Notte di feriti e allarmi. Petardi nella bottiglia: finisce in sala operatoria

Riempie una bottiglia di petardi e la fa esplodere: ferito in maniera seria un 29enne di San Giuliano. Nella gara alla follia di chi vuol fare il botto più impressionante, “la palma” quest’anno l’ha vinta il giovane di San Giuliano che ha anche rischiato la vita. Negli anni precedenti c’erano stati feriti per aver inserito i petardi nei tombini, nei cestini dei rifiuti, nella marmitte delle auto o nelle lattine delle bevande. Questa volta però "il gioco" è diventato davvero pericoloso e avrebbe potuto avere conseguenze più gravi. Il dramma si è sfiorato una manciata di minuti dopo mezzanotte, nel clou dei festeggiamenti, quando il giovane ha inserito alcuni petardi, dopo averli accesi, in una bottiglia di spumante, che aveva appena svuotato. La deflagrazione è stata forte e le schegge di vetro sono state proiettate ovunque. Alcune di queste schegge hanno colpito il 29enne che ha riportato una lesione a una coscia.

Soccorso dall’equipaggio di un’ambulanza della Croce Bianca di Melegnano inviata dal 118, è stato portato d’urgenza al Policlinico di Milano per essere sottoposto a un intervento chirurgico. Le condizioni del ferito comunque non sarebbero gravi. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per accertare le responsabilità dell’accaduto. Nel Milanese si sono registrati anche altri feriti per fuochi artificiali. In particolare a Rozzano un giovane di 22 anni ha subito gravi lesioni a una mano a causa di alcuni petardi e fuochi artificiali che stava sparando nei pressi del parcheggio del supermercato Pam. Il giovane soccorso da un’ambulanza della Croce Viola di Rozzano è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Humanitas. Stessa cosa accaduta a un trentaseienne che sparava fuochi artificiali in piazza Gramsci a Cinisello Balsamo. Un petardo gl è esploso vicino alla mano è rimasto ferito in maniera seria. Soccorso da un’ambulanza delle SoS Sesto è stato trasferito al pronto soccorso del nosocomio cittadino.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro