Musei civici Milano: "A novembre stop al taglio orari"

La Giunta comunale di Milano ha deciso di ripristinare gli orari di apertura dei quattro musei civici, limitati la scorsa settimana per mancanza di risorse. Dopo un mese e mezzo, i musei torneranno alla situazione pre-tagli.



Musei civici Milano: "A novembre stop al taglio orari"

Musei civici Milano: "A novembre stop al taglio orari"

Dietrofront. I quattro musei civici per i quali la Giunta comunale la scorsa settimana ha deciso di tagliare giorni e orari di apertura per mancanza di risorse per il personale torneranno presto alla situazione pre-tagli. Ci vorrà un mese e mezzo per ripristinare, o quasi, gli orari precedenti di Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, Palazzo Morando e Casa Boschi Di Stefano. Ad annunciarlo su Instagram è l’assessore comunale alla Cultura Tommaso Sacchi (nella foto), che in una “story’’ scrive: "La parziale limitazione oraria dei quattro musei civici è stata una misura restrittiva temporanea e – mio malgrado – necessaria. Tuttavia siamo riusciti, con un attento lavoro su risorse e disponibilità di personale, a rivedere il piano di aperture che a partire dal prossimo mese di novembre verranno rimodulate nuovamente per ampliare l’accesso ai nostri istituti museali".

L’assessore aggiunge che "si tratta quindi di un mese e mezzo difficile prima di tornare ad un orario più ampio che permetterà maggiore frequentazione dei nostri musei a gruppi, appassionati e cittadini". Dopo i tagli decisi dall’esecutivo di Palazzo Marino, Il Museo Archeologico resta aperto dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 17.30; il Museo del Risorgimento dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30; Palazzo Morando e Casa Boschi Di Stefano da venerdì a domenica dalle 9.30 alle 17.30.

A novembre l’obiettivo di Sacchi è riportare i quattro musei più vicini ai tradizionali orari 10-17.30 dal martedì alla domenica. L’assessore, nel post, ringrazia "per il lavoro e il costante confronto il presidente della commissione Cultura Luca Costamagna e i molti consiglieri e consigliere che se ne sono interessati". Il pressing degli eletti nell’assemblea di Palazzo Marino, uniti alla protesta dei sindacati dei dipendenti comunali, in primis della Csa guidata da Orfeo Mastantuono, e a un tam tam di proteste sui social network hanno convinto la Giunta a trovare subito una soluzione per ridimensionare la riduzione dei giorni e degli orari di apertura dei quattro musei civici.

M.Min.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro