Ecco come i baby ladri rubano una moto in pieno giorno: “Aiutateci a ritrovarla, serve a ridare il sorriso ai bimbi ricoverati”

Milano: l’appello di No Barriers, l’associazione di volontari motociclisti che organizza iniziative di svago negli ospedali e per i disabili

I volontari di No Barriers durante un'iniziativa nel luglio del 2023

I volontari di No Barriers durante un'iniziativa nel luglio del 2023

Milano – È stata rubata una delle moto dei No Barriers, l’associazione milanese di volontariato attiva negli ospedali e nelle associazioni di assistenza ai diversamente abili. Si tratta di una moto elettrica del valore di circa 5.000 euro che l’associazione utilizza per le sue iniziative di mototerapia. 

I volontari di No Barriers durante un'iniziativa nel luglio del 2023
I volontari di No Barriers durante un'iniziativa nel luglio del 2023

Il furto è avvenuto in pieno pomeriggio verso le 16.30 di martedì 13 febbraio all’interno del motolavaggio Motosplash di via Gardone, zona Corvetto, che è sede di Ciapa la Moto, l’associazione che riunisce varie realtà di volontariato.  

La moto elettrica rubata ai No Barriers. A sinistra, il mezzo senza decorazioni. A sinistra, com'era la moto prima del furto
La moto elettrica rubata ai No Barriers. A sinistra, il mezzo senza decorazioni. A sinistra, com'era la moto prima del furto

Per riuscire a recuperare il mezzo Ciapa La Moto e No Barriers hanno lanciato un appello su Facebook, che è stato condiviso da tanti utenti dei social. “Vi chiedo un prezioso aiuto – dice il post sulla pagina dell’associazione – Ci è stata rubata la moto elettrica. Marca Talaria modello Sting TL 3000 Telaio R73R7P1A6N0002745 - che utilizziamo nei reparti pediatrici e ho bisogno delle vostre segnalazioni”. 

“Se doveste recarvi nei vari mercatini dell’usato (ad esempio quello di San Donato Milanese) – prosegue il post – vi prego di controllare le eventuali moto in vendita. È importante poterla ritrovare, perché dare la possibilità ai bambini degenti di potersi sentire liberi per un giorno li aiuta ad affrontare con più tenacia l’ospedalizzazione. Non è solo una semplice moto ma è uno mezzo per portare sorriso e leggerezza”.

“Aiutatemi a recuperarla per alleviare la loro tristezza e condividerò con voi l’unica cosa che conta: il loro sorriso. Grazie a tutti per le vostre condivisioni, insieme a voi sono sicuro di recuperare presto la loro moto”. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro