Curzio Maltese, morto lo storico giornalista e scrittore milanese: aveva 63 anni

Nato a Sesto San Giovanni, ha iniziato come cronista. Uomo di sinistra, era stato europarlamentare con Tsipras

Il giornalista e scrittore Curzio Maltese

Il giornalista e scrittore Curzio Maltese

È morto domenica mattina il giornalista e scrittore Curzio Maltese, aveva 63 anni. Storica firma di Repubblica, era passato al nuovo quotidiano Domani, che ne ha dato la notizia sul proprio sito. Nato e cresciuto nel comune milanese di Sesto San Giovanni nel 1959, era uomo di sinistra e dal 2014 al 2019 era stato europarlamentare per la lista L'Altra Europa con Tsipras.

Nel 2018, Maltesi era stato colpito da una malattia. Nel fare la notizia, il direttore di Domani Stefano Feltri ha scritto: “Ci ha lasciati un grande giornalista”. “Pur provato dalla malattia, forte della sua passione civile e dell'amore della moglie Paola, si è impegnato fino all'ultimo per un paese più giusto". "Ciao a Curzio Maltese, il giornalismo come talento e passione", ha scritto su Twitter Ezio Mauro, che fu suo direttore a Repubblica.

Maltese iniziò la sua corriera in giovane età occupandosi di sport e cronaca per i quotidiani La Notte, La Gazzetta dello Sport e La Stampa, scrivendo editoriali sugli argomenti che lo hanno sempre interessato, dalla politica al cinema, fino allo sport. Gran parte della sua carriera è legata, però, al quotidiano La Repubblica, di cui fu editorialista dal 1995 al 2021, per poi passare dall'anno scorso al Domani.

Autore di documentari, come autore televisivo collaborò con Corrado Guzzanti nella realizzazione del programma “Il caso Scafroglia”, oltre che con Maurizio Crozza ed Enrico Bertolino.