Mobilità e sicurezza, ancora incidenti. Cinque feriti in mezza giornata. E c’è un pirata della strada in fuga

Schianto tra auto in via Antonini, pedone investito in via San Dionigi e urti a incroci di Città Studi e NoLo. Grave il motociclista di 51 anni caduto tra le vie Celoria e Golgi dopo l’impatto con una macchina .

Mobilità e sicurezza, ancora incidenti. Cinque feriti in mezza giornata. E c’è un pirata della strada in fuga

Mobilità e sicurezza, ancora incidenti. Cinque feriti in mezza giornata. E c’è un pirata della strada in fuga

di Marianna Vazzana

MILANO

Quattro incidenti in poco più di dieci ore, con cinque feriti e un pirata della strada in fuga a piedi dopo aver abbandonato la macchina distrutta sulla carreggiata. Il resoconto della giornata di ieri fa tornare il tema mobilità e sicurezza sulle pagine di cronaca, a otto giorni di distanza dalla manifestazione di protesta di ciclisti e pedoni per chiedere la tutela degli utenti deboli della strada, soprattutto dopo gli ultimi incidenti mortali. Otto pedoni uccisi dall’inizio dell’anno, solo a Milano città, e cinque ciclisti. Senza dimenticare il recente incidente con omissione di soccorso avvenuto lunedì sera tra piazza del Rosario e via Solari. Ma anche gli scontri tra veicoli sono all’ordine del giorno. Ieri all’alba lo schianto tra due auto Peugeot ha squarciato il silenzio in via Antonini all’angolo con via Lampedusa, tra i quartieri di Vigentino e Chiesa Rossa, nello spicchio sud della città: poco dopo le 4 l’urto violentissimo, tanto che una delle due ha buttato a terra un segnale stradale finendo la corsa accanto al semaforo mentre l’altra, un suv, è rimasta ferma sulla carreggiata. Entrambe distrutte, nella porzione frontale e frontale-laterale. All’arrivo dei soccorsi, dentro l’auto immobile sulla corsia non c’era nessuno: il conducente è sparito nel nulla, probabilmente fuggito a piedi dopo l’incidente.

A bordo dell’altra auto invece era rimasta intrappolata tra le lamiere una donna di 57 anni, liberata con l’aiuto dei vigili del fuoco. Poi i sanitari del 118 l’hanno accompagnata in codice giallo al Policlinico. La polizia locale è rimasta ore per i rilievi, necessari per accertare la dinamica dell’incidente, ancora da chiarire, e le eventuali responsabilità. Gli stessi ghisa sono anche a caccia del pirata che si è allontanato dopo lo schianto, lasciando l’auto sulla carreggiata.

Poco prima dell’1, la polizia locale era intervenuta pure in via San Dionigi, sempre a sud della città, all’angolo con via Barabino, dove una ragazza di 17 anni che attraversava a piedi è stata presa in pieno da una moto guidata da un cinquantasettenne, che dopo l’impatto ha perso il controllo del mezzo ed è caduto sull’asfalto. Entrambi sono finiti all’ospedale in codice giallo, la ragazza al San Carlo e l’uomo al San Raffaele. Anche in questo caso, i ghisa sono rimasti sul posto per ore.

E non è finita, perché poco prima delle 15 c’è stato un altro grave incidente tra le vie Celoria e Golgi, a Città Studi: nell’impatto tra un’auto e una moto, ad avere la peggio è stato il centauro, di 51 anni, trasportato all’ospedale Niguarda in codice rosso per traumi su tutto il corpo. Mentre l’automobilista, illeso ma sotto choc, è stato accompagnato in codice verde al Policlinico. Anche in questo caso i ghisa sono al lavoro per ricostruire quanto sia successo; in base a quanto emerso finora, i due veicoli si sono scontrati frontalmente. Sulla lista, l’incidente serale in viale Monza: ferito un monopattinista di 44 anni che poco dopo le 17 ha perso il controllo del suo mezzo dopo l’urto con un auto ed è caduto in strada all’altezza del civico 63, a NoLo, davanti al mercato comunale. Soccorso, è stato accompagnato in codice giallo al San Raffaele.