“Marzabotto“: iniziati i lavori di demolizione

A Sesto San Giovanni, intervento di 7,8 milioni per la scuola Marzabotto: miglioramento sismico, rifacimento impianti e efficientamento energetico in corso. Consegna prevista per marzo 2026.

È l’intervento sestese più imponente, finanziato dal Piano nazionale di ripresa e resilienza: ben 7 milioni e 800mila euro, di cui un milione e 300mila euro di risorse comunali, per la scuola elementare Marzabotto. I lavori, che stanno per entrare nel vivo prevedono la riqualificazione complessiva dell’edificio. In particolare, il cantiere ha come obiettivo il miglioramento sismico, l’adeguamento statico e il rifacimento di tutti gli impianti (elettrico, antincendio, illuminotecnico e meccanico). Nello stesso tempo, si andrà anche a ristrutturare l’esterno e si punterà sull’efficientamento energetico grazie alla sostituzione dei serramenti e al posizionamento sulle superfici di pannelli isolanti in lana di roccia. "L’intervento, cominciato a settembre, ha avuto inizio dal corpo della palestra per il rinforzo sismico con gli scavi che sono partiti dalle fondamenta per rinforzare plinti e pilastri fino al tetto – ha spiegato il sindaco Roberto Di Stefano, durante un sopralluogo –. Sempre per la palestra stiamo scegliendo i materiali tecnici come i serramenti, il cappotto esterno e le finiture dei servizi igienici".

Gli operai hanno anche già avviato le operazioni di rinforzo dei plinti del corpo di collegamento che prevedono anche il rifacimento dell’impiantistica per la produzione di calore. Infine, in questi giorni è in corso la demolizione sulla scuola: l’obiettivo è portare alla luce le strutture che dovranno essere rinforzate per rendere l’istituto antisismico. Dal cronoprogramma, si prevede di raggiungere il 30% di avanzamento delle opere per dicembre, mentre la consegna del plesso riqualificato è programmata tra due anni, nel marzo del 2026.

La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro