Lite tra marito e moglie, vicino sente le urla e chiama i carabinieri: scoperti i maltrattamenti. Attivato “Scudo” per la donna

San Giuliano Milanese, in assenza di querela i militari non hanno potuto denunciare l’uomo, ma saranno monitorati gli episodi che rientrano nel “codice rosso”

Carabinieri
Carabinieri

San Giuliano Milanese, 24 gennaio 2024 - Attivato "Scudo" per difendere una donna che non avrebbe denunciato le aggressioni del marito. E' accaduto a San Giuliano Milanese nel fine settimana grazie alle segnalazione di un vicino di casa che sentendo le urla ha chiesto l'intervento dei carabinieri. Il vicino pensava si trattasse di una lite fra mamma e figlio.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato che il rapporto tra i coniugi era molto teso e che la donna era stata già in passato maltrattata tanto che aveva presentato denuncia contro di lui. Denuncia che aveva poi ritirato per paura di ritorsioni. I carabinieri, in assenza della querela della signora, non hanno potuto procedere per maltrattamenti in famiglia, ma hanno attivato il sistema Scudo.

Saranno così monitorati episodi rientranti nel cosiddetto “codice rosso”, non sempre caratterizzati da particolare gravità o aggressività, come le liti verbali, ma che, attraverso una condotta abituale, potrebbero assumere rilievo penale e diventare atti persecutori o maltrattamenti ai danni di familiari o conviventi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro