L’inesauribile fame di alloggi. Entro il 2026 assegnate 112 case

L’assessore Visentin: "La disponibilità non può coprire il fabbisogno, attueremo altre strategie"

L’inesauribile fame di alloggi. Entro il 2026 assegnate 112 case

L’inesauribile fame di alloggi. Entro il 2026 assegnate 112 case

Entro il 2026 saranno assegnate 112 case pubbliche, 47 comunali e 65 di Aler. Sono stati approvati il piano per il 2024 e quello triennale relativo all’offerta di servizi abitativi pubblici e sociali nell’ambito di Cinisello, che comprende anche Bresso, Cormano e Cusano. A Cinisello gli alloggi disponibili saranno 71, a Bresso 26. In questi due Comuni, inoltre, si prevedono ambiti di trasformazione con vincolo di cessione gratuita di aree destinate a edilizia residenziale sociale. Infine, saranno attivate due convenzioni con la cooperativa UniAbita per il recupero e la destinazione a Sas (l’ex canone moderato) di 40 alloggi.

"La disponibilità di questi alloggi pubblici non può coprire il bisogno abitativo – ammette l’assessore al Welfare e alla Casa Riccardo Visentin –. Sono state attivate diverse azioni e strumenti di contenimento della fragilità economica e abitativa: contributi sull’abitare oltre a quello di solidarietà, il social market, gli sportelli digitali diffusi, workshop e altro ancora". Per l’analisi complessiva del patrimonio residenziale pubblico disponibile nell’Ambito si è provveduto a mettere insieme l’offerta di alloggi comunali e di proprietà di Aler. Il totale ammonta a 1.859 alloggi, di cui 676 sono unità immobiliari gestite dai Comuni e 1.183 dall’agenzia regionale. Nel Comune di Cinisello si trova la quota più consistente di case: 1.163, più del 62% del patrimonio residenziale pubblico. La quota maggiore di alloggi (33,9%) è assegnata a persone sole, prevalentemente anziane, poi ci sono le famiglie con due componenti (29%), mentre i nuclei più numerosi con oltre quattro componenti rappresentano poco più dell’11%. I nuclei assegnatari con componenti stranieri al di fuori dell’Unione europea rappresentano il 16,7%.

Rispetto alla situazione reddituale delle famiglie, quasi la metà (49,7%) si colloca nella fascia più bassa, quella che viene classificata di protezione e che vede un Isee fino a 10.035 euro. In tutto l’ambito (Cinisello, Bresso, Cormano, Cusano) la popolazione è cresciuta, arrivando nel 2023 a 139.718 abitanti con un aumento di 2.256 persone. Gli stranieri rappresentano il 17,7% della popolazione, i minori sono 21.851, il 15,6%, e gli anziani 35.541. Nel 2022 le famiglie erano 65.329: di queste 26.187 con almeno una persona anziana e ben 10.900 mononucleari. I nuclei con minori sono 13.875, prevalentemente con un solo figlio. Le famiglie con due minori arrivavano a 4.906 e quelle con più di due figli minori rappresentavano poco più del 10%.

In base al censimento Istat del 2019 le famiglie con alloggi di proprietà sono 44.159 (74,6%) contro le 15.022 famiglie in affitto (25,4%).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro