Milano, 12 gennaio 20212 - Studenti ancora in protesta contro la dad. Dopo il presidio di ieri, sotto la sede di Regione Lombardia, circa 50 ragazze e ragazzi del 'collettivo politico' hanno occupato questa mattina il liceo classico Manzoni di Milano.

I giovani sono entrati nell'istituto di via Orazio alle 10, approfittando delle porte aperte per i docenti per il cambio dell'ora, arrivando di corsa dalla vicina via Camminadella con zaini, tende e sacchi a pelo. Poi si sono diretti nel cortile principale dell'edificio, dove si sono sistemati mantenendo le distanze. 

Gli studenti spiegano sui social che vogliono "ribadire il dissenso contro le continue decisioni e promesse fasulle che vengono fatte ogni giorno nei nostri confronti. Come studenti e studentesse - proseguono - è ormai da fin troppo tempo che veniamo trascurati/e, poichè in Italia la scuola non è assolutamente al primo posto tra le priorità. Chiediamo protocolli univoci e chiari che propongano soluzioni reali per migliorare la situazione in cui ci ritroviamo da quasi un anno. Non ci fermeremo finchè la scuola non sarà resa un posto migliore e finchè non verrà riaperta in sicurezza".

La preside del liceo Manzoni Milena Mammani ha chiamato le forze dell'ordine che stanno ora identificando tutti gli studenti.