LAURA LANA
Cronaca

L’eterna emergenza casa "Cento alloggi vuoti da anni"

Una protesta fra le abitazioni sfitte di via Leopardi per chiedere la svolta: tutto il patrimonio pubblico venga messo a disposizione delle assegnazioni.

L’eterna emergenza casa  "Cento alloggi vuoti da anni"

L’eterna emergenza casa "Cento alloggi vuoti da anni"

di Laura Lana

"Siamo qui per tutti, siamo qui per chi ha meno possibilità economiche e non riesce a vedere riconosciuti i propri diritti". La carovana tra le case vuote è iniziata ieri alle 15 da via Leopardi 161. L’ha organizzata l’Unione Inquilini per chiedere che tutto il patrimonio pubblico venga messo a disposizione delle assegnazioni, per dare un tetto a chi è stato sfrattato. Una risposta a un’emergenza casa che, a Sesto, è sempre più drammatica. "Ci sono oltre 100 appartamenti di proprietà del Comune e di Aler che rimangono vuoti da anni, mentre circa 50 sono bloccati nei piani vendita da tempo - spiega il sindacato -. Gli alloggi pubblici vuoti rappresentano un’ingiustizia poiché costituiscono un’aggravante per centinaia di famiglie che vivono in condizioni inaccettabili come la coabitazione, il sovraffollamento o risiedono in alloggi di fortuna o occupazioni abusive". Il presidio ha toccato gli stabili di via Magenta 88, via Sardegna 30, via Corridoni 133 per finire in piazza Marinai d’Italia. "Salari da fame, affitti alle stelle", il cartello portato in corteo da Raffaella Polverino. "Si potrebbero assegnare tante case a chi ne ha diritto, partendo dalle famiglie che hanno bambini, anziani o disabili a carico. Da un anno e tre mesi non c’è un nuovo bando, nonostante la Regione abbia aperto la finestra".

Al presidio c’è anche l’avvocato Gianluigi Montalto, da sempre al fianco del sindacato e degli sfrattati, oltre a forze di opposizione come Sinistra italiana, M5Stelle, Città in Comune. Secondo i dati forniti durante la manifestazione, sono state più di 500 le convalide di sfratto al 31 dicembre: alcune sono già state eseguite in questi mesi, altre sono state rinviate e altre famiglie vedranno la visita dell’ufficiale giudiziario nei prossimi mesi. appena 14 gli alloggi assegnati nel 2021 e 15 nel 2022. "In media soltanto un alloggio al mese viene assegnato dall’amministrazione comunale, mentre l’Aler non solo non assegna ma non fornisce nemmeno informazioni - denuncia l’Unione Inquilini -. Questa situazione rappresenta anche uno spreco di denaro pubblico per l’ente che deve pagare manutenzione, bollette e pulizie".