Quotidiano Nazionale logo
31 mar 2022

Le donne misteriose e i due Rolex spariti Truffato collezionista

La prima compravendita andata a buon fine come esca per attirare il malcapitato una seconda volta e derubarlo di un bottino ben più consistente. È la tattica che hanno usato due truffatrici (ma il numero dei componenti della banda potrebbe essere più elevato) per raggirare un collezionista austriaco di 43 anni, "alleggerito" di due Rolex e sei placchette in oro del valore complessivo di 77mila euro. La storia inizia qualche settimana fa, quando l’uomo, che ha pubblicato un annuncio su un portale specializzato in orologi di lusso, viene contattato da una donna polacca che si dice interessata ad acquistare un Gmt da 13mila euro.

Affare fatto. I due si danno appuntamento il 16 marzo in un bar del centro di Milano per lo scambio, ma all’incontro si presenta una ragazza che dice di essere la figlia dell’acquirente: viene da Torino e parla fluentemente il tedesco; tutto fila comunque liscio, come da programma. Finita? No, perché, prima di andarsene, la giovane si dice interessata a un altro acquisto: due Rolex, uno modello Gmt e uno Submariner, e lingotti d’oro. L’austriaco ne ha la disponibilità e quindi accetta. Il nuovo summit va in scena in piazza Cavour martedì mattina: ai tavolini del bar si presenta un’altra donna, che l’uomo descriverà come verosimilmente di etnia rom, che con una scusa va in bagno per visionare la merce lontano da occhi indiscreti. Da quel momento, però, scompare nel nulla, lasciando il quarantatreenne con un pugno di mosche in mano. Alla fine, al truffato non resta altro da fare che chiamare il 112 e raccontare l’accaduto agli agenti delle Volanti.

N.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?