Le colonnine di ricarica. Individuate 40 postazioni ma svolta elettrica a rilento

Si parte in ritardo rispetto ad altri Comuni, come ad esempio Sesto, ma con un progetto che, almeno sulla carta,...

Le colonnine di ricarica. Individuate 40 postazioni ma svolta elettrica a rilento
Le colonnine di ricarica. Individuate 40 postazioni ma svolta elettrica a rilento

Si parte in ritardo rispetto ad altri Comuni, come ad esempio Sesto, ma con un progetto che, almeno sulla carta, cerca di essere più completo e organico. Sono state individuate le postazioni sul territorio per la ricarica elettrica dei veicoli. Sono circa una quarantina e i punti prescelti tengono conto degli interscambi con il trasporto pubblico locale e dei luoghi di interesse (presidi sanitari, impianti sportivi e culturali), "cercando anche di garantire l’omogeneità delle infrastrutture nell’intera città – ha spiegato il vicesindaco con delega alla Mobilità Giuseppe Berlino –. Saranno distribuite sia in centro che in periferia. Ora l’auspicio è che gli operatori economici rispondano positivamente alla manifestazione di interesse pubblicata per la realizzazione e la gestione dell’infrastruttura". Dopo l’approvazione dell’elaborato cartografico, con la mappatura della futura la rete di ricarica, l’amministrazione ha integrato l’atto con una nuova decisione che riguarda i principi di localizzazione, l’iter autorizzativo e la regolamentazione per il concessionario.

Tutti tasselli necessari per la predisposizione dell’apposita gara che dovrà trovare e assegnare la concessione a un operatore. "Il progetto messo in atto è perfettamente inserito e in linea con gli obiettivi generali di una modernizzazione e di un efficientamento della mobilità sostenibile del nostro comune. Dotare Cinisello Balsamo della rete di ricarica per auto elettriche è necessario, tenendo conto della crescente esigenza rilevata sul nostro territorio – ha sottolineato Berlino –. Questo passo arriva dopo aver avviato da circa un mese il servizio di car sharing". Il 14 dicembre era stata inaugurata la postazione E-Vai in via Frova: purtroppo, per ora, a disposizione c’è una sola vettura, una Yaris hybrid, che va prelevata e rilasciata nel centro storico, con l’inutilizzo, di fatto, di chi vive in periferia e potrebbe aver più necessita di un servizio che, oltretutto, è stato attivato in via sperimentale. La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro