Lazza contro Bugo, sui social volano insulti: “Rapper di mer*a” e poi “parac**o fallito”

Sui profili X del rapper milanese e del cantautore di Rho è andato in scena un botta e risposta senza esclusione di colpi: la ricostruzione

Bugo, Lazza e la querelle social
Bugo, Lazza e la querelle social

Sembra quasi un'equazione matematica: ci si avvicina a Sanremo e, come per magia, il nome di Bugo torna d'attualità. E anche in questo caso ci sono di mezzo insulti a un altro artista. "Sta arrivando Saremo e la gente è ancora pazza di me", l'esordio della polemica fatta nascere da Bugo sul suo account X. Un tweet che arriva poco prima dell'attacco frontale: "E arriva l’ennesimo rapper di me**a che mi ci cita per acchiappare due views in più, come fecero Salmo, Fibra e Lazza. Io non scappo come Bugo, Bugo di culo e altre frasette da prima elementare. Minchia ma la mamma vi ha dato il latte o siete scemi proprio di natura?! Fate pure i fighetti adesso ma un giorno vi sveglierete sommersi nella vostra me**a e rideremo noi. Ciuccialatte".

La frecciatina viene raccolta e recepita dal rapper milanese Lazza, reo, secondo Bugo, di averlo citato in una sua strofa. Il pezzo in questione dovrebbe essere BTX Posse del producer Night Skinny in cui il rapper classe ’94 canta: “Quando entro, dici: "Che succede?", però, bro, non sono Bugo". Il riferimento è chiaramente all’edizione 2022 di Sanremo quando il 51enne di Rho, in gara insieme a Morgan, diede vita a un vero e proprio show durante la loro esibizione cambiando il testo della canzone (farcendolo di insulti all’ex Bluvertigo) e abbandonando il palco, nello stupore generale.

Il giovane rapper però non si è tirato indietro dalla faida social. Anzi, ha preso la palla al balzo. “Mamma mia Bugo, che succede? (Cit) Ma poi che insulto è “CIUCCIALATTE” Mangiatela un emozione ogni tanto”, la prima risposta di “Zzala”. A questo punto il botta e risposta è entrato nel vivo, con repliche sempre più piccate. “Ue coda di paglia mangiatela un emozione (senza apostrofo mi raccomando) è perfetta come frasetta diario smemoranda dai pensaci hai un futuro” sferza Cristian Bugatti. E qui anche Jacopo Lazzarini inizia a scaldarsi: “Ma tu veramente hai deciso di firmarti una figura di me**a? Bugo, per me sei un artista emergente, di cosa dobbiamo parlare? È già tanto che qualcuno ha fatto la beneficenza di nominarti, altro che due click in più. Fai un sorriso che tra poco esplodi”. E ancora Bugo, con tutto il suo sarcasmo: “Vedi che hai la coda di paglia? io voglio essere per sempre un artista emergente per non diventare proprio come quelli come te che si sentono arrivati. E pensare che mi sei anche simpatico ma amen buona carriera”. Per Lazza però, la questione non è ancora chiusa: “Certo mo fai il paraculo, dopo aver detto ‘Rapper di merda, scemi, fighetti ecc.’ improvvisamente ora sono simpatico. Fammi un favore va”. Mentre Bugo continua a provare a chiuderla: “Si è vero mi sei sempre stato simpatico però sei un rapper di me**a, dai buona vita ah dimenticavo ti saluta Fedez”. “Giuro che anche tu nonostante tu sia un fallito con la chitarra, brutte intenzioni e maleducazione”, la risposta di Lazza, che sembra chiudere la questione. Che poi, in realtà, continua sul profilo profilo del rapper: “Coda di paglia? La coda io ce l’ho ai concerti, cosa che ai tuoi non ho visto caro il mio Bugo. Giuro che non mi ricordo una canzone di sto tipo.” Poi la risposta di Bugo che, almeno per il momento, ha chiuso la querelle: “Ah ecco la mettiamo sui numeri? Tipico dei perdenti. Ma amen, bravo Lavazza tu pensa alle tue mer**te che alle mie canzoni ci penso io”. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro