L’alleanza di Crescenzago Il quartiere entra in classe

Teatro, falegnameria e musica alla Perasso: "Rafforziamo i legami sul territorio"

L’alleanza di Crescenzago  Il quartiere entra in classe

L’alleanza di Crescenzago Il quartiere entra in classe

"Tiremm Innanz" dà una mano per il dopo-scuola, il Centro Magnete porta il teatro in classe, con “Terre di fuoco“ si fa falegnameria: i ragazzi delle medie imparano l’arte e danno un ritocco anche all’arredo scolastico. Sono alcune delle realtà protagoniste del “patto educativo di comunità“ che ruota attorno all’istituto comprensivo Perasso, coinvolgendo tutto il quartiere di Crescenzago. "Il primo patto è stato firmato nel 2020, tra dieci soggetti - spiega la preside Antonella Caleffi -. Si rinnova tacitamente di anno in anno, ma quest’anno ci siamo seduti attorno al tavolo perché altre realtà del quartiere volevano sottoscriverlo e partecipare". Sono 14 in tutto. "L’obiettivo è anche quello di fare vivere di più i nostri luoghi ai ragazzi, creando percorsi di cittadinanza attiva - continua la dirigente scolastica -, per rafforzare legami e l’identità stessa del territorio. Tanti dei nostri studenti sono di nazionalità straniera, vogliamo dare dei punti di riferimento anche per il dopo scuola e un contesto in cui crescere e coprogettare".

Si collabora con gli enti del terzo settore, si cerca di dare la possibilità di frequentare corsi extrascolastici a tutti, insieme ad attività per scoprire i propri talenti e capire meglio - e per tempo - la strada da intraprendere dopo la terza media. "Con la Casa della carità e la Fondazione Pino Cova si impara anche a prendersi cura dei libri della nostra biblioteca, a catalogarli - conclude Caleffi -. Quest’anno abbiamo coinvolto anche i genitori del Comitato di via Bottego e San Mamete. Sono stati sempre presenti, ma vogliamo riconoscere formalmente il loro ruolo strategico in questo patto". Si.Ba.