Caso La Russa jr, il dj Tommaso Gilardoni ai pm: “Nessuna violenza sessuale, rapporto consensuale”

Milano, il 24enne interrogato in Procura: è accusato di violenza su una 22enne insieme a Leonardo Apache La Russa, figlio del Presidente del Senato. Entrambi hanno parlato di rapporti consenzienti, già identificato un profilo genetico. “Sì al test del Dna”

Tommaso Gilardoni esce dal tribunale di Milano

Tommaso Gilardoni esce dal tribunale di Milano

Milano, 12 dicembre 2023 – Non è stata violenza sessuale, ma un rapporto consenziente. Così Tommaso Gilardoni, accusato insieme a Leonardo Apache La Russa, figlio di Ignazio La Russa, presidente del Senato, di violenza sessuale su una ragazza di 22enne, ha ricostruito i fatti avvenuti nella notte tra il 18 e 19 maggio nella casa milanese del noto politico di Fratelli d’Italia dopo una serata in discoteca. 

Tommaso Gilardoni e Leonardo Apache La Russa
Tommaso Gilardoni e Leonardo Apache La Russa

Assistito dai difensori Alessio Lanzi e Luigi Stortoni, il giovane deejay che vive a Londra, ha dunque risposto alle domande dell'aggiunta Letizia Mannella e della pm Rosaria Stagnaro che indagano sul presunto stupro. L’interrogatorio, interrotto nel corso della mattinata, è durato in tutto quattro ore, al termine delle quali ha consegnato il proprio cellulare compreso di sim.

Per Gilardoni, che suonò alla discoteca Aphosis prima della presunta violenza, è stata la prima volta davanti ai magistrati dopo la denuncia della 22enne secondo la quale La Russa jr confermò “che sia lui e sia il suo amico avevano avuto un rapporto con me a mia insaputa". Nella denuncia l'ex compagna di liceo 22enne racconta che, dopo aver casualmente incontrato nel locale Apophis per la serata Eclipse il più giovane dei figli del presidente del Senato, si è risvegliata l'indomani in casa La Russa, senza ricordare nulla della notte trascorsa fuori casa. Un black out su cui gli investigatori della squadra Mobile guidati da Marco Calì hanno cercato di fare luce attraverso le diverse decine di testimonianze dei presenti alla serata, così come attraverso il materiale contenuto nel telefono di Leonardo Apache su cui è stato fatto un lavoro di ricerca attraverso parole chiave.

Dopo Gilardoni, toccherà La Russa jr, essere sentito, con le stesse modalità, entro Natale. Il figlio del Presidente di Palazzo Madama aveva già dichiarato agli inquirenti, proprio come l’amico, di avere avuto un rapporto sessuale consenziente con la ragazza che lo accusa. Inoltre, dai rilievi scientifici effettuati sugli indumenti della giovane erano state trovate tracce biologiche maschili di un solo profilo genetico. Solo l’esame del dna sui due ragazzi, che hanno dato il consenso all’esecuzione del test (oggi in tribunale Gilardoni si è sottoposto al prelievo) potrà chiarire se appartengano a uno di loro.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro