BARBARA CALDEROLA
Cronaca

La “Giornata dell’Amicizia” In festa le nonne della Rsa "Brindiamo al nostro rapporto"

Teresina e Maria, 87 e 84 anni, simbolo di “sorellanza”: il nostro legame più forte che mai. L’incontro in casa di riposo, le confidenze. "E le nostre figlie diventate inseparabili come noi".

La “Giornata dell’Amicizia”  In festa  le nonne della Rsa  "Brindiamo al nostro rapporto"

La “Giornata dell’Amicizia” In festa le nonne della Rsa "Brindiamo al nostro rapporto"

di Barbara Calderola

Un legame più forte del tempo che dimostra che i sentimenti non hanno età. Teresina e Maria sono diventate amiche in casa di riposo e tra loro è nato un rapporto speciale esteso alle figlie. "È il nostro elisir di eterna giovinezza", raccontano felici come due ragazze, a dispetto delle 87 e delle 84 primavere che hanno rispettivamente sulle spalle. Ieri, Giornata dell’Amicizia hanno brindato al loro incontro, fra le mura dell’Orpea, a San Felice. L’affinità è scattata un anno fa, "quando entrambe siamo arrivate nella struttura - ricordano - abbiamo capito al volo che avevamo tanto da condividere, sono quei momenti speciali che si riconoscono subito, quando capitano. Il feeling è stato immediato". Poi le due donne hanno scoperto di avere in comune molto più di quel che immaginassero, sin dall’infanzia che tutte e due hanno trascorso in collegio. Oggi sono nonne con la passione per i viaggi, coltivata da sempre al fianco di mariti impegnati in trasferte all’estero, altra esperienza che hanno fatto entrambe, "abbiamo scoperto così tanti posti nuovi".

E la curiosità ci è rimasta anche qui: per noi la vita è una scoperta quotidiana". A cominciare da quando si aiutano reciprocamente, "sappiamo accettare fatiche e debolezze l’una dell’altra, le nostre differenze sono diventate un’opportunità di crescita". La loro giornata è piena, fra attività fisiche, culturali "e il rito della lettura del giornale e del commento alle notizie" e di sera fanno le ore piccole giocando a carte. Maria ha trasformato la propria presenza temporanea alla casa in definitiva per stare vicino a Teresina. Una scelta commovente. L’affetto è stato il motore per la nascita della nuova famiglia allargata alle figlie che hanno stabilito la stessa sintonia delle madri e ora fanno tutto insieme. Dalle trasferte a Verona per assistere alla Traviata, l’opera è una grande passione di tutte, ai viaggi tanto amati dalle mamme. "La forza di questo sentimento alleggerisce le difficoltà della vita, perché condivise". Una lezione che supera le differenze fra generazioni e unisce con Teresina e Maria che festeggiano il loro rapporto, una foto fissa per sempre il momento.