Kobe Bryant (Ansa)
Kobe Bryant (Ansa)

Milano, 27 gennaio 2020 - Choc nel mondo dello sport per la morte del campione Nba Kobe Bryant. L'ex cestista ha perso la vita ieri, a 41 anni, a causa di un terribile incidente in elicottero. Nello schianto sono morte nove persone, tra le quali il l'ex star del basket e la figlia Gianna, chiamata da tutti "Gigi", di soli 13 anni.  

Il campione statunitense, uno dei migliori giocatori della storia dell'NBA, figlio dell'ex cestista Joe Bryant, era profondamente legato all'Italia. Era infatti cresciuto cestisticamente nel nostro, dove giocava il padre (Rieti, Reggio Calabria, Pistoia, Reggio Emilia), per poi successivamente trasferirsi in America dove ha militato nei Los Angeles Lakers per 20 anni, vincendo ben cinque titoli (2000, 2001, 2002, 2009, 2010). Innamorato dell'Italia, era anche un grande tifoso del Milan. Il club rossonero ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del campione. "Non abbiamo parole per esprimere quanto siamo scioccati nel sentire la tragica scomparsa di uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi e tifoso rossonero, Kobe Bryant - si legge sul profilo Twitter della società -. Tutti i nostri pensieri sono con le famiglie delle persone colpite da questo tragico incidente. Ci mancherai per sempre, Kobe". Nel post anche una foto di Bryant con addosso la maglia del Milan con su scritto il suo nome.